Bcc di Fano: soci approvano bilancio e votano pre-adesione alla capogruppo Iccrea Banca spa

Si è tenuta ieri  domenica 14 maggio al Teatro della Fortuna di Fano l’annuale Assemblea dei Soci della Banca di Credito Cooperativo di Fano convocata per approvare il bilancio 2016 e la pre-adesione al Gruppo bancario cooperativo.

 

I dati di bilancio approvati dall’Assemblea evidenziano come, nonostante il difficile periodo di crisi globale, la BCC di Fano sia un istituto di credito sano, che, attraverso le tante iniziative messe in campo, continua a sostenere l’economia locale.

 

Questi i dati principali: al 31/12/2016 la raccolta diretta ammontava a 744,8 milioni di euro, la raccolta indiretta era pari a 249,5 milioni di euro.

Gli impieghi verso la clientela, sempre al 31/12/2016, ammontavano a 650 milioni di euro. Il rapporto impieghi verso la clientela/raccolta diretta si attestava all’87,3%.

La Banca di Credito Cooperativo di Fano ha realizzato nel 2016 un utile d’esercizio pari a 2.382.685 euro (1.801.926 euro nel 2015), con un patrimonio netto di 96,4 milioni di euro.

Punto di forza della BCC di Fano è sicuramente l’elevato numero di Soci. In questa prospettiva è proseguita nel corso del 2016 la politica della porta aperta favorendo, in particolare, l’ingresso di soci giovani che rappresentano il futuro del nostro territorio.

Al 31 marzo 2017 la compagine sociale è formata da 7.041 soci e presenta un incremento di 424 unità rispetto allo stesso mese del 2016.

 

L’Assemblea ha inoltre confermato all’unanimità la pre-adesione della BCC di Fano al Gruppo Bancario Cooperativo promosso da Iccrea Banca Spa.

Sul punto è intervenuto il presidente dott. Romualdo Rondina: “Premetto che la nostra banca ha sin da subito caldeggiato la formazione di un Gruppo Unico, che avrebbe unito tutte le eccellenze nazionali. Purtroppo non ci sono state le condizioni per giungere a tale soluzione, pertanto tra le due Capogruppo la nostra naturale preferenza, supportata anche da alcune importanti considerazioni, è andata a Iccrea Banca Spa.

Le valutazioni si sono basate sul fatto che la nostra BCC detiene già una partecipazione di 6,4 milioni in Iccrea Banca Spa. Tale Società inoltre non necessita di ulteriori aumenti di capitale visto che il patrimonio della stessa , pari a 1,7 miliardi di euro, è abbondantemente superiore al minimo di 1 miliardo fissato dalla legge emanata dal Governo Italiano nel febbraio 2016 ed in grado quindi di assicurare ampi margini.

Ma le valutazioni effettuate non sono state solo di carattere economico: Iccrea Banca Spa dispone già infatti di una struttura organizzata e articolata sul territorio e di una serie di società specializzate nella distribuzione di numerosi servizi fondamentali per la nostra banca, in particolare per quanto riguarda gli incassi e pagamenti, la finanza, gli impieghi e i servizi relativi alle aziende.

 

Il prossimo momento al quale i soci saranno chiamati a partecipare sarà quello della adesione definitiva alla Capogruppo Iccrea, in occasione di una Assemblea straordinaria, che verrà indetta entro i tempi previsti dalla normativa secondaria di Banca d’Italia: 18 mesi dalla data di emanazione del 3 novembre 2016.

 

 

 

 

 

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2017 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*