A Fano parte il progetto contro il randagismo e l’abbandono degli animali

E’ partito nel Comune di Fano, grazie ad un finanziamento del Ministero dell’Interno, il progetto “Randagismo” che consiste nel monitorare i parchi pubblici e le aree verdi affinché i proprietari di cani rispettino le normative in vigore che consistono in: Microchip obbligatorio; guinzaglio, sacchetti per raccogliere le deiezioni.

“Gli animali domestici sono esseri preziosi, per l’affetto che riescono a darci e per quanto condividono con noi nel quotidiano. Sia nel privato delle proprie case che negli spazi pubblici è cura del proprietario il rispetto per loro e un’adeguata detenzione dell’animale anche ai fini di una civile convivenza.
Con l’avvio di questo progetto, operato dalla Polizia Locale di Fano in orario extralavorativo, intendiamo dare un segnale contro il randagismo e l’abbandono degli animali ma anche un richiamo ai proprietari verso una corretta detenzione e cura degli animali negli spazi comuni.
Contiamo nella vostra sensibilità e nel vostro rispetto”, sottolinea l’assessora alla polizia locale Sara Cucchiarini.
Sara Cucchiarini Assessora Polizia Locale

 

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Commenti

  1. Milvia DI Papalini
    8 ottobre 2019 at 15:05

    e multare chi va in bicicletta trascinando facendo correre il cane al guinzaglio sotto il sole cocente,nooo????

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.