Faustus e il Lupo vincono la corsa delle Bighe. Si chiude con una parata da record e una serata spettacolare la Fano dei Cesari

Circa 5mila persone hanno invaso l’area del Pincio per la giornata di chiusura della Fanum Fortunae – La Fano dei Cesari che ha recitato il suo atto finale nella giornata di domenica 13 luglio con la Pompa Magna di fazioni e gruppi storici e con la grande corsa delle Bighe. Una giornata iniziata con gli oltre 450 rievocatori provenienti da tutta Italia che hanno aperto il corteo e sono entrati per primi nell’arena del Pincio. A capeggiare legionari, gladiatori e imperatori, il cesare fanese Massimo Seri che in sella ad una biga trainata da due cavalli, ha fatto il suo ingresso trionfale passando sotto l’arco d’Augusto, per poi prendere il suo posto sul palco d’onore, assieme ad alcuni membri della giunta e agli organizzatori. Spettacolare la parata dei rievocatori che ha raggiunto il suo apice quando le file romane si sono serrate e seguendo gli ordini del centurione capo, hanno formato una testudo (classica formazione da guerra difensiva) da record. La testudo ha poi marciato fino al palco centrale, sotto gli occhi sbalorditi dei fanesi e ha incontrato un gruppo di “macedoni” e di “galli”, che l’hanno attaccata con lance e cariche, fino ad arrendersi tra gli applausi delle persone.

La testudo si prepara a subire l'attacco

Tanti i momenti emozionanti della parata, commentata passo dopo passo dallo storico giornalista fanese Massimo Foghetti e dalla brillante conduttrice Simona Zonghetti. Quest’ultima, dopo aver regalato spettacolo sfilando nei panni di una strepitosa Rea Silvia (madre di Romolo e Remo) ha preso il proprio posto in cabina di commento. Spettacolo emozionante anche quello regalato dalla parata delle fazioni. Lupo, Delfino, Cinghiale e Volpe non hanno di certo sfigurato nei confronti dei professionisti della rievocazione e hanno portato nell’arena bellissime sceneggiate e personaggi storici strabilianti.

A concludere la Fanum Fortunae – La Fano dei Cesari, la corsa delle bighe che ha visto sfidarsi i 4 aurighi in due semifinali e nella finalissima vinta dal solito Faustus che ha portato la fazione del Lupo davanti alla Volpe al termine di una emozionante e avvincente corsa.

Gladiatori

Al sindaco Massimo Seri, all’assessore Etienn Lucarelli, all’assessore Sara Cucchiarini e all’artista Claudio Pacifici, il compito di premiare i vincitori di una settimana di celebrazioni romane. Il Lupo oltre alla corsa delle bighe si è aggiudicato il premio per la Fano dei Cesarini. Il Delfino ha ricevuto il premio per il miglior personaggio storico con la Dea Cloacina, interpretata da una splendida Sofia Lucarelli e il premio come miglior parata della Pompa Magna. I Ludi Fortunae sono andati invece alla fazione del Cinghiale.

Agguerrita anche la battaglia per la miglior vetrina del centro storico. Il primo premio è andato al negozio di abbigliamento “Selvetti”, il secondo premio al ristorante Idea.le Food&More, mentre il terzo alla profumeria Taussi. I fortunati vincitori si sono aggiudicati degli splendidi gioielli realizzati dall’artista fanese Claudio Pacifici.

Fanum Fortunae – La Fano dei Cesari, manifestazione fortemente voluta dall’amministrazione comunale organizzata dal comitato che vede a capo la Proloco di Fano, assieme a Simmachia Ellenon, Colonia Iulia Fanestris, associazione “Noi di Sant’Orso”, la Città del Sole, con il supporto della Regione Marche, la consulenza artistica di Henry Secchiaroli e Claudio Pacifici e culturale di Agnese Giacomoni, è già in lavorazione per l’edizione 2020. “Un grande ringraziamento – ha dichiara l’assessore al Turismo e agli Eventi, Etienn Lucarelli -, va a tutti coloro che si sono spesi così tanto per la riuscita di questa manifestazione. Risultati del genere si ottengono se ogni singolo soggetto fa il proprio lavoro e porta a termine il proprio compito, dedicando tempo e fatica all’evento. Una manifestazione che ha possibilità di crescita notevoli e che sono sicuro, nei prossimi anni, diventerà sempre più grande e completa. Un ringraziamento anche a tutte le fazioni, il motore cittadino di Fanum Fortunae, che hanno valorizzato la nostra città e la nostra antica tradizione, mettendo in scena degli spettacoli incredibili con i Ludi e realizzando degli abiti sempre più fedeli alla storia romana”.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.