Mondolfo, al via lavori alla rete fognaria di Ponte Rio

Partiranno ad ottobre i lavori alla rete fognaria di Ponte Rio.

L’intervento di Aset Spa consentirà finalmente al quartiere di essere collegato direttamente al depuratore di Marotta.

La realizzazione degli interventi, per il collettamento degli scarichi non trattati ed il conseguente raggiungimento della conformità dell’agglomerato, prevede l’allaccio dei tre principali scarichi di acque miste e la contestuale realizzazione di tre scolmatori per lo scarico delle portate di supero, in caso si verificasse un intenso evento meteorico.

Un’attenzione particolare nei confronti del quartiere di Ponte Rio dove sono da poco terminati i lavori di asfaltatura e di realizzazione della nuova segnaletica nella “Strada Pergolese” a cui si aggiungono quelli di estensione della rete per il collegamento dei tre scarichi reflui non trattati.

Un ottimo risultato ottenuto grazie alla collaborazione tra Amministrazione comunale ed Aset Spa.

“Nello specifico il progetto prevede la posa di due collettori primari di collegamento fra la rete esistente e la nuova fognatura realizzata dall’AATO n.2 Ancona – ha spiegato l’assessore ai lavori Pubblici ed Ambiente, Lucia Cattalani – che confluisce all’impianto di trattamento di Marotta. Il primo collettore, da vie delle Grazie a via Rio Maggiore, raccoglierà gli scarichi denominati “Lottizzazione Campanelli” e “SP 424”, oltre che tutti gli allacci delle case private intercettati lungo il percorso di progetto (circa 269 metri). Il secondo collettore, dalla falegnameria Ligi alla nuova fognatura intersecante Rio Stacciola, raccoglierà lo scarico non depurato e gli allacci privati lungo il percorso di posa per circa 119 metri”.

L’intervento prevede una spesa complessiva di circa 160 mila euro: un cambio di passo che consentirà l’adeguamento alla Direttiva della Comunità Europea (91/271/CEE).

La prossima settimana inizieranno i lavori su tre fogne miste a Ponte Rio di Mondolfo, che saranno collegate al depuratore Aset di Marotta. L’investimento complessivo ammonta a 161.000 euro ed è finanziato per intero dalla tariffa: 20.000 euro sono già stati spesi per progettare l’opera ed effettuare il rilievo della rete fognaria esistente. Si prevede che i lavori siano conclusi entro la fine dell’anno. «Un intervento di notevole rilevanza ambientale, di fatto completa il lavoro che Aset spa ha effettuato negli ultimi anni sul trattamento dei reflui nel Comune di Mondolfo, per evitare eventuali sanzioni da parte dell’Ue», afferma il presidente della società multiservizi, Paolo Reginelli.

Altri tre scarichi non in regola con la direttiva europea di settore saranno dunque collegati alla rete fognaria esistente, invece di riversarsi nei fossi, e di conseguenza al depuratore Aset di Marotta realizzando due collettori primari. Il primo collettore, da via delle Grazie a via Rio Maggiore, raccoglierà gli scarichi dalla cosiddetta lottizzazione Campanelli e dalla strada 424 Valcesano, oltre che da tutti gli allacci delle case private lungo il percorso (in totale circa 269 metri). Il secondo collettore servirà invece la zona dell’ex falegnameria Ligi e gli allacci privati lungo il percorso fino al rio Stacciola (circa 119 metri). I due attraversamenti della 424 saranno realizzati con tecnologia e macchinari che permetteranno di preservare il manto stradale appena rinnovato.

Nella foto: un sopralluogo a dei lavori del sindaco Barbieri e dell’assessore Cattalani

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2018 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*