Home gym: come scegliere la panca perfetta per la tua palestra domestica

Gli italiani e la palestra uniti dall’amore per il fitness, un idillio che va consumandosi a colpi di addominali e sit-up mentre il fisico rinvigorisce e le sale da allenamento sono sempre più piene di nuovi appassionati o semplici neofiti.

Non tutti però hanno la possibilità, o la voglia, di frequentare una palestra. Spesso il tempo a nostra disposizione è troppo poco per essere immolato sull’altare della sala pesi, o molto semplicemente abbiamo maggior piacere ad allenarci in proprio piuttosto che in compagnia. A questo proposito sarebbe bene premettere che nel caso fossimo alle prime armi e sforniti di qualsivoglia esperienza nel campo del fitness la miglior opzione sarebbe sempre cercare un allenatore con il quale si senta un buon feeling, una persona che ci fornisca da esperto i primi rudimenti necessari per allenare il fisico e segua i nostri progressi evitandoci i rischi di sovraccarichi di lavoro.

palestraincasa

Come allenarsi con profitto anche in casa

Ma ormai abbiamo deciso che la palestra non fa per noi: troppo lontana, troppo cara, troppo stressante, qualunque sia il motivo di questo rifiuto è arrivato il momento di trovare una soluzione: costruiamoci una home gym. Una piccola palestra domestica messa su da noi stessi per il nostro allenamento di routine, ad una distanza comoda senza eguali, seguendo l’allenamento che più ci sembra adatto (magari consultandoci prima con amici più esperti o veri professionisti del settore), e usufruendo del nostro spazio come e quando vogliamo.

Certo, a secondo della home gym che desideriamo bisogna stabilire un budget che non ci faccia pensare “era più conveniente iscriversi in palestra”. Abbiamo però il vantaggio di non dover disporre di una strumentazione troppo variegata, ne di dover comprare tutti gli attrezzi che ci servono nell’immediato. Il primo consiglio è cominciare da qualcosa di semplice e trasversale, un attrezzo buono per svariati tipi di allenamento: stiamo parlando della panca da palestra.

Il cuore della home gym: la panca per gli esercizi

Il più semplice tra gli attrezzi di una palestra, eppure così utile e versatile, la panca è una sorta di classico intramontabile che non può assolutamente mancare in una home gym e anzi, deve essere tra i primi attrezzi della nostra personalizzata dotazione. È pur vero che non tutte le panche sono uguali, da quelle per addominali alle multifunzione il passo non è breve trattandosi di strumenti essenzialmente uguali ma distanti tra loro e adatti a differenti tipi di workout. Andiamo quindi a vedere quali parametri considerare per riuscire a trovare lo strumento più adatto alle nostre esigenze.

A cosa mi serve la panca?

Cominciamo a dare una risposta alla prima domanda che dobbiamo porci prima di decidere l’acquisto di una panca, il sempre verde “a cosa mi serve?”. Ebbene, abbiamo già detto che esistono diversi tipi di questi attrezzi: le panche semplici si prestano all’esecuzione di svariati esercizi per l’addome, in più con l’ausilio di manubri si può effettuare il curl alternato, le spinte su panca piana e le aperture; le panche multifunzione, invece, offrono una gamma di movimenti eseguibili maggiore grazie a sistemi di inclinazione regolabile e supporti utili agli esercizi svolti con il bilanciere.

Caratteristiche da considerare: dimensioni e portata

Chiarito il nostro intento, l’obiettivo del nostro allenamento nel medio periodo, a questo punto dobbiamo regolarci in base allo spazio che abbiamo a disposizione e chiaramente al budget, i reali fattori pratici ai quali attenersi per orientarci alla ricerca dei modelli di panca per palestra (addominali e multifunzione) conveniente e di qualità. Dimensioni e portata massima sono in questo senso le nostre coordinate x e y per individuare l’oggetto che fa per noi.

Dimensioni: generalmente i piani di appoggio sono lunghi poco più di un metro per ben adattarsi alle differenze atlete dei vari atleti. Nei casi dei modelli multifunzione il volume occupato sarà circa di 1 metro di larghezza per 2 di profondità per 2 di altezza. Esistono però anche dei modelli richiudibili e davvero salva-spazio, questi una volta piegati hanno un altezza anche inferiore ai 10 cm.

Portata massima: non rischiare di farti male o cadere durante l’allenamento, bisogna sempre controllare la portata dell’attrezzo per capire se sarà in grado di reggere noi e il peso di eventuali sovraccarichi. Chiaramente una panca semplice ha una portata che si aggira intorno ai 100 chili mentre una panca pensata per la sala pesi arriverà a superare i 300 chili.

Allenare l’addome

Se stai cercando di ottenere un addome scolpito allora una panca semplice è quello che fa per te. Questo attrezzo è studiato appositamente per esercizi basilari quali ad esempio il crunch semplice e inverso. Senza dubbio da questi tipi di allenamento trarranno grande beneficio tutte le fasce muscolari dell’addome.

Queste panche presentano come costante una lunghezza di circa un metro e un’imbottitura in materiale sintetico, ma alcuni modelli sono anche accessoriati con rulli ad altezza regolabile funzionali al bloccaggio delle gambe durante l’allenamento. Un attrezzo che sarà la vera pietra d’angolo della nostra home gym.

Allenare tutti i gruppi muscolari

In questo caso ci andiamo a riferire alle panche multifunzione che sono un’evoluzione di quelle semplici, offrendo in più la possibilità di usare manubri e bilancieri anche piuttosto pesanti. I modelli basic presentano la classica imbottitura in materiale sintetico e uno schienale con seduta a inclinazione variabile (dai 90° ai 180°). Con questo attrezzo ci si può allenare sia da stesi che da seduti, in posizione supina o con un’inclinazione intermedia.

Se non sei proprio alle prime armi e stai cercando un attrezzo più complesso e duttile il consiglio e cercare una di queste panche, magari con integrati alcuni di questi optional che ti andiamo ad elencare:

  • supporto per il bilanciare

  • rulli per il blocco della posizione delle gambe

  • pianale inclinato per l’allenamento dei lombari

  • pianale inclinato per curl concentrato

  • supporti per l’allenamento dei tricipiti

  • sbarra per le trazioni

E per scoprire con quali esercizi iniziare ad allenarsi? Il supporto di un istruttore esperto rimane essenziale per apprendere la corretta esecuzione di quei movimenti base sui quali è possibile costruire interi allenamenti, ma oggi, fortunatamente, esistono tante app per smartphone e tablet dedicate al fitness, semplici da usare e ottime per approcciarsi all’home training.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2018 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*