Pesaro e Urbino Capitale europea della cultura 2033: le Pro Loco scendono in campo a sostegno del progetto

“Un obiettivo alto ma raggiungibile, un’opportunità unica di crescita per cittadini, territorio e per l’intero comparto turistico e culturale che dobbiamo cercare di raggiungere uniti e con il supporto condiviso di privati, volontari ed enti pubblici”.

Le Pro Loco di Pesaro Urbino – tramite il comitato provinciale dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia – scendono in campo a sostegno della candidatura di Pesaro e Urbino a Capitale europea della cultura 2033: “Plaudiamo – ha detto Damiano Bartocetti, presidente Unpli Pesaro Urbino – all’ambizioso progetto lanciato dai sindaci di Pesaro e Urbino. Al di là dell’esito della competizione, la volontà di concorrere per ottenere l’importante riconoscimento Unesco siamo certi porterà a nuove relazioni, suggestioni, idee, slanci culturali e creativi”.

“La base di lavoro c’è già ed è salda: un territorio ricco di storia, arte e cultura racchiuso in una provincia variegata che accoglie lo splendore rinascimentale di Urbino, patria di Raffaello, la signorilità e bellezza tutta da vivere di Pesaro, patria di Rossini, ma anche l’unicità data da centinaia di borghi. Piccoli tesori che possono creare una maglia culturale capace di innalzare, sostenendolo, il valore della candidatura di Pesaro e Urbino costituendo un unicum originale e accattivante”.

E ancora: “Le Pro Loco, i suoi volontari, e le sue energie sono a disposizione del progetto e dei suoi promotori. Far conoscere il nostro territorio, le sue eccellenze e peculiarità fa parte del Dna delle Pro Loco che si mettono, sin da ora, a disposizione del progetto”.

 

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.