Arrestato due volte in dieci giorni per evasione dai domiciliari

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Fano sabato sera scorso hanno nuovamente arrestato per evasione dagli arresti domiciliari R.C., ventenne di origini romene. Il giovane, volto noto di carabinieri e polizia per i suoi trascorsi benché appena maggiorenne, a luglio scorso era stato sorpreso da una pattuglia della Radiomobile dei carabinieri di Fano mentre scassinava alcuni distributori automatici di uno stabilimento balneare tra la Sassonia ed il Lido di Fano. Dopo la convalida dell’arresto il Giudice del Tribunale di Pesaro gli aveva applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari nell’abitazione di residenza della famiglia. R.C. la settimana scorsa era stato sorpreso fuori casa da un carabiniere a diporto mentre sabato sera aveva addirittura riaccompagnato la fidanzatina che abita al Vallato; al rientro a casa ad attenderlo aveva però trovato i carabinieri, che lo hanno nuovamente arrestato in flagranza e trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa della convalida per direttissima. Lunedi mattina è stato condotto dinanzi al giudice del Tribunale di Pesaro che dopo aver convalidato l’arresto, lo ha ammesso al patteggiamento della pena di otto mesi di reclusione, ripristinando gli arresti domiciliari che aveva violato due volte in pochi giorni.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.