Due etti di cocaina purissima, due arresti

Inferto un altro duro colpo al traffico di cocaina a Pesaro. I carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo, che in questi ultimi tempi hanno intensificato anche i servizi per il contrasto allo spaccio e all’uso delle droghe,  nel pomeriggio di ieri hanno arrestato una45enne incensurata di Fano ed un 37enne di Pesaro, con precedenti, per detenzione ai fini di spaccio di cocaina.

I militari, dopo un analogo arresto di un pesare di 37 anni eseguito il 06 agosto, approfondendo le indagini  sono arrivati ad identificare diversi consumatori fino a giungere  alla coppia arrestata ieri. A quanto è emerso agli investigatori, l’abitazione i Pesaro dell’uomo era una sorta di base logistica per il movimento della droga, dove si ritiene venisse custodita e preparata per il successivo spaccio. Infatti, la donna, veniva fermata mentre in macchina (una Mercedes) si allontanava dall’abitazione  del 37enne (col quale sembra non avere alcuna relazione sentimentale) dove si era intrattenuta per qualche ora.  All’interno della sua borsa teneva due etti di cocaina purissima, ancora compatta in un unico panetto, che i carabinieri ritengono avesse ritirato dall’abitazione dell’uomo. In macchina, aveva anche alcune dosi, un bilancino, sostanza da taglio e i classici ritagli di cellophane usati per confezionare le dosi. Aveva con se anche somma contante di oltre 1000 euro in banconote di vario taglio.

Anche in casa dell’uomo, immediatamente perquisita, i carabinieri trovavano tre dosi di sostanza che alla vista dei militari tentava di disfarsene lanciandole fuori, nonché ritagli circolari di cellophane.

Ovviamente sia la droga che il denaro e tutto il resto del materiale è stato sequestrato.

Considerata l’elevatissimo grado di purezza della cocaina, è ragionevole ipotizzare che quei 200 grammi sarebbero potuti diventare 700-800 dosi ed avrebbero potuto fruttare fino a 50.000 euro.

Per la coppia è scattato l’arresto ed il trasferimento nel carcere di Villa Fastiggi a disposizione del P.M..

L’operazione ha sicuramente ha eliminato dal mercato pesarese della droga un importante quantitativo di cocaina che, considerato il periodo delle ferie estive nel quale la voglia di “sballare” da parte dei giovani è più forte, sarebbe stato smerciato in pochissimo tempo.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.