Spaccio e rissa


Fermignano, in manette marocchino sorpreso nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio sostanze stupefacenti. Già arrestato per una rissa
Prosegue l’attività del personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Urbino nella lotta contro lo spaccio di sostanze stupefacenti. Infatti, dopo aver denunciato la settimana scorsa una coppia di italiani che avevano allestito una piantagione di marijuana all’interno della propria abitazione, nella mattinata odierna è stato tratto in arresto, a Fermignano, un 35enne marocchino, ivi residente, già noto alle Forze dell’Ordine, sorpreso nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, che pochi mesi fa era già stato arrestato insieme ad un connazionale per una rissa in una birreria di Fermignano, e tra l’altro, destinatario di un Avviso Orale del Questore per i medesimi fatti, è stato sorpreso presso la propria abitazione in possesso circa 50 grammi di hashish, suddivisi in porzioni. L’attività investigativa prendeva avvio dalle numerose segnalazioni di cittadini circa  un continuo andirivieni di giovani nella casa abitata dal marocchino.Al termine di un periodo di appostamento, i Poliziotti del Commissariato di P.S. di Urbino, nella mattinata odierna, decidevano di intervenire, sorprendendo il sospettato con lo stupefacente. Tra gli acquirenti prevalentemente persone del posto, compresi giovani non ancora maggiorenni.  E’ in valutazione anche l’eventuale emissione di un provvedimento di espulsione dal Territorio Nazionale nei confronti del predetto.


Foto: forexinfo.it

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2015 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.