Giornate Europee del Patrimonio: gli eventi a Fano, Pesaro e Urbino

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2019, a Fano, Pesaro e Urbino si terrà l’evento “Un due tre… Arte! – Cultura e intrattenimento.

L’evento propone una camminata (walkscape) nella città di Pesaro alla ricerca dei luoghi descritti da Jackson e la visita alla biblioteca Oliveriana e all’archivio di Stato per visionare i documenti che ne attestino lo stato dell’epoca e le storie ad essi connessi. I luoghi indicati dall’architetto inglese sono oggi cambiati, ma permettono di delineare la storia della trasformazione di una città e di un territorio, soprattutto due luoghi in arrivo e in partenza da Pesaro: la stazione e porta Rimini.

Il suo diario parla della accoglienza a Pesaro e delle strutture che permettevano di alloggiare e spostarsi, uno scenario sicuramente diverso di una città che però ha evidentemente sempre avuto una attrattiva di turismo culturale;su alcuni dei luoghi toccati dalla visita è stato possibile rendere pubbliche storie curiose, mappe, immagini e documenti relative a luoghi che oggi sono irriconoscibili o sono diventati meno centrali per la percezione di un fruitore o che non ci sono più.
Il walkscape è un invito a guardare la città con gli occhi di un viaggiatore del 1800 per riscoprire luoghi culturali che appartengono al paesaggio urbano. Sulla piattaforma www.almaloci.com di Settimio Perlini sarà pubblicato il percorso corredato dei documenti messi a disposizione da biblioteca e archivio.

Nella sede dell’Archivio di Stato di Pesaro saranno esposti documenti sul tema “Locande e osterie nella Pesaro dell’800”. La mostra sarà visitabile fino al 28/09/2019 negli orari di apertura dell’Istituto.

A FANO sabato 21 settembre, la Sezione dell’Archivio di Stato di Fano propone un’apertura straordinaria, dalle 8 alle 12, con visite guidate ai fondi archivistici. Sarà possibile eseguire ricerche genealogiche nei registri della Leva militare con l’assistenza del personale di sala di studio.

A URBINO Sabato 21 settembre, la Sezione di Archivio di Stato di Urbino propone un’apertura straordinaria pomeridiana, dalle 14,30 alle 18,30, con visite guidate ai fondi archivistici previste per le 15, le 16 e le 17.

 

Inoltre in occasione di questa importante iniziativa, il Comune di Fano – Assessorato alla Cultura e Beni culturali propone, per domenica 22 settembre, un pomeriggio dedicato al tema, tanto affascinante quanto poco conosciuto, che collega Leonardo da Vinci all’Archeologia; protagoniste saranno la mostra Leonardo e Vitruvio: oltre il cerchio e il quadrato. Alla ricerca dell’armonia. I leggendari disegni del Codice Atlantico allestita in Sala Morganti e la Sezione Archeologica del Museo del Palazzo Malatestiano, che ricostruisce un prezioso spaccato della storia della città, dalla preistoria sino all’età romana.

Alle ore 17.00 avrà luogo un momento dedicato ai più piccoli con ArcheoLEOgia, visita dinamica e attività laboratoriale per scoprire, raccontare, sperimentare le ipotesi archeologiche prima, dopo e durante Leonardo. La partecipazione è gratuita.

Alle 19.00 appuntamento in Sala Morganti con Le ipotesi sulle Origini: Leonardo e l’Archeologia, percorso guidato alla Mostra e alla Sezione Archeologica del Museo che tratterà le tesi leonardiane sulla questione delle Origini, collegando il genio di Vinci con la figura di Vitruvio e con il passato della città di Fano. Un’occasione imperdibile per riscoprire la bellezza delle collezioni del Museo, collocandole nell’avvincente e variegato contesto della storia del nostro Paese. Partecipazione gratuita con biglietto di mostra.

Per la giornata del 22 settembre, sarà inoltre possibile visitare Mostra e Museo nei seguenti orari: h 10.30 – 13.00/ 17.00 – 23.00.

Le attività, a cura di Sistema Museo, sono a prenotazione consigliata.

Per info e prenotazioni > 392 0972255 – [email protected]

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.