Non a voce sola, a Mondolfo la giornalista Tiziana Ferrario

Torna per l’estate 2019 “Non a Voce Sola”, la rassegna di poesia, filosofia, narrativa, musica ed arti, diventata negli anni un irrinunciabile luogo di incontro e occasione di dialogo tra i generi, che corre veloce sulle coste adriatiche, fino a fermarsi curiosa ed attenta nell’incantevole città di Mondolfo quando giovedì 4 luglio 2019, alle ore 21.15, farà tappa ai Giardini della Rocca.

Quest’anno il rosso filo di Arianna dipanerà la via sul tema del Mercato della Felicità, magistralmente raccontato durante l’apertura maceratese dalla filosofa Luisa Muraro. Mercato della felicità come desiderio assillante di vivere, come sfida femminile, come voglia di partecipazione, come progettualità, come ricerca di impresa e cambiamento, anche quando le forze sembrano insufficienti a portare a compimento l’impresa.

A raccontare la sua visione del mercato della felicità sarà un’ospite d’eccezione, una giornalista indipendente e incredibilmente attenta nel raccontare le donne che tentano di entrare nel mercato della felicità, ovvero Tiziana Ferrario. Sarà protagonista del secondo incontro nel cuore del centro storico, con un intervento sulle donne americane dei nostri giorni dal titolo Orgoglio e Pregiudizi.

“Nel programma culturale del nostro comune per la stagione 2019 – ha commentato il consigliere comunale con delega alla Cultura, Enrico Sora – non poteva mancare l’appuntamento con Non a voce sola. Il rapporto tra il comune di Mondolfo e la rassegna, tutta al femminile, ideata da Oriana Salvucci, che ringrazio da amministratore e da cittadino, è destinato a continuare e crescere nel tempo. Quest’anno, decennale della rassegna, abbiamo deciso di raddoppiare gli appuntamenti convinti che questo tipo di eventi siano non solo occasione di crescita ma anche di promozione del territorio”.

 

Tiziana Ferrario è nata a Milano nel 1957 e si è buttata fin da giovanissima nel mondo del giornalismo e della conduzione di telegiornali e radiogiornali, prima a Telemilano (futura Canale5) e poi in Rai nel 1979. Diventata giornalista professionista a 23 anni, ha condotto il Tg3 Lombardia e, nel 1982, è stata la prima donna a condurre l’edizione serale del telegiornale di Rai1. È stata ideatrice nel 1987 dello spazio Italia Sera per raccontare al grande pubblico i nuovi lavori e l’occupazione giovanile. Il contatto tra giovani e informazione le sta molto a cuore, tanto da inventare essa stessa uno tra i primi e più famosi programmi televisivi di informazione per ragazzi, ovvero il TG dei Ragazzi, nel 1997. Riprende nel 2000 la sua attivitá di inviata speciale in zone di guerra, affiancando questa attività alla prestigiosa conduzione del TG1 delle 13,30. Nel 2003 le viene conferita la medaglia di Cavaliere della Repubblica dopo intensissimi reportage in Iraq e Pakistan all’indomani dell’11 Settembre. Dopo essere stata allontanata dalla Rai da Minzolini nel 2010 per aver mosso critiche alla direzione del tg per il silenzio sugli scandali del governo Berlusconi, è stata reintegrata dopo un processo nel 2011 e ha continuato la sua attività di conduttrice e corrispondente da New York per il TG1. Dopo il suo ritiro dalla Rai nel 2018 continua la sua attività giornalistica autonomamente e combatte per i diritti dei minori e per i diritti al lavoro delle donne in tutto il mondo. A Non a Voce Sola parla di Orgoglio e Pregiudizi, un libro dedicato alle donne americane e al loro accesso al mercato della felicità dall’ascesa di Trump in poi.

 

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.