Doglioni (Lega): “Finalmente ritorna la volontà di completare la Fano-Grosseto”

“L’annuncio di ieri di Matteo Salvini sullo sblocco di 50 miliardi di investimenti per far ripartire l’Italia ed in particolare i 161 milioni di € per il finanziamento del 9° lotto della Fano-Grosseto ovvero il tratto 1 Grosseto – Siena – sottolinea Lodovico Doglioni, segretario Provinciale Lega Pesaro-Urbino – è una ottima notizia anche per le Marche.

Perché finalmente, dopo anni di tentennamenti, indecisioni, ripensamenti e inerzia soprattutto da parte della nostra regione e ovviamente da parte della Sinistra che governa la nostra provincia da troppi anni, il Governo sotto la spinta in particolare della Lega dei Si, ha deciso che la Fano-Grosseto è una infrastruttura importante, indispensabile per le Marche, la Toscana e l’Umbria.
I nostri parlamentari sono da mesi al lavoro per far inserire già nella finanziaria 2020 i fondi necessari alla costruzione della seconda galleria della Guinza, quei circa 400 m€ senza i quali non sarebbe possibile utilizzare neppure la galleria esistente.
Infatti, la galleria della Guinza per la sua lunghezza (5960 m.) è la sesta galleria d’Italia, e recentemente il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha bocciato il progetto della Regione Marche per poterla utilizzare senza via di fughe, con un senso unico alternato e sistemi elettronici di sorveglianza.
Senza una seconda galleria non vi è la sicurezza necessaria per percorrerla e quindi non può essere completata nonostante i fondi di circa 180 m€ già stanziati per l’ultimazione della prima canna e delle rampe di accesso.
La conferma di Salvini sul finanziamento alla Toscana indubbiamente mette fine a tutte le perplessità sull’utilità o l’opportunità di questa opera: lla Fano – Grosseto deve essere terminata e quindi si devono stanziare i fondi necessari per la Guinza, ultimo ostacolo per collegare la costa Adriatica a quella Tirrenica.
Questa infrastruttura, oltre che agevolare il flusso turistico dalla Toscana all’Umbria e alle Marche, è fondamentale per togliere dall’isolamento l’entroterra pesarese, le sue aziende e la sua economia.
Non oso neppure pensare quanti miliardi di € sono stati persi in 40 anni di immobilismo per non aver completato in tempo questa infrastruttura, soldi persi dalla economia marchigiana e pesarese per maggiori costi e minori opportunità.
Ora, con la Lega al Governo e speriamo presto anche al governo della nostra Regione, c’è la determinazione necessaria per completare questa opera indispensabile per la nostra economia ed il benessere dei nostri cittadini”.
CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.