Verso il “getto” di fondi per il carnevale di Fano dal decreto spettacolo

È stato accolto dalla Camera dei Deputati l’ordine del giorno che richiedeva, a sostegno dei Carnevali storici nazionali, un apposto contributo annuale previsto all’interno del Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS). Questo è quanto domandava l’onorevole di Articolo 1 MDP, Lara Ricciatti, prima firmataria del provvidemento appunto recepito oggi all’interno del nuovo Codice dello Spettacolo. E questo è quanto si spera consentirà in un prossimo futuro, anche al Carnevale di Fano, di poter attingere ad “un flusso costante e adeguato di risorse finanziarie” convogliate in “uno specifico e finalizzato contributo annuale”, com’è scritto nella norma.

Tutelare e promuovere il patrimonio storico e artistico italiano è un nostro compito fondamentale, come ci ricorda la stessa Costituzione all’articolo 9. In questo non di minore rilievo deve essere colto il valore culturale dei Carnevali storici – spiega la deputata marchigiana, vice-capogruppo MDP alla Camera, che tanto si è battuta affinché l’ordine del giorno venisse recepito dall’Assemblea all’interno delle disposizioni in materia di spettacolo discusse oggi – Legate alla nostra tradizione italiana e popolare, queste manifestazioni annualmente radunano le piazze in festa e la notorietà di alcune di queste sfilate travalica i confini nazionali, com’è il caso di Venezia e di Viareggio, ma anche del Carnevale della mia città. Tanto che il Carnevale di Fano vanta il primato di essere il più antico d’Italia, pare facendo risalire le proprie origini al lontano 1347″.

Qualora il Governo facesse propria questa indicazione non vincolante approvata oggi in aula dall’assemblea della Camera dei Deputati, grazie all’ordine del giorno della marchigiana Ricciatti, di certo anche le casse del Carnevale di Fano potrebbero tirare un sospiro di sollievo e arriverebbe nuova linfa a queste manifestazioni di cultura popolare nate nel territorio e in grado di renderlo vivo e vitale ogni anno. “Sono eventi che esprimono il codice genetico dei nostri luoghi e che è quindi nostro dovere promuovere per tenere in vita le nostre stesse tradizioni – conclude la deputata marchigiana di Art.1 MDP, Lara Ricciatti – Basti pensare che i carri allegorici, realizzati dai nostri Maestri carristi, sono tra i più grandi e spettacolari al mondo. Anche valorizzare e tramandare queste capacità artistiche e costruttive deve essere un nostro impegno preciso quando parliamo di cultura”.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2017 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*