Crollo strada a Orciano, Talè chiede alla Regione di partecipare alle spese

Il consigliere regionale Federico Talè ha depositato una mozione “per impegnare la giunta delle Marche ad assumere le necessarie iniziative e a prevedere con urgenza lo stanziamento dei fondi occorrenti per la realizzazione in tempi brevi dei lavori di ripristino della viabilità sulla Sp 5 bis, in concorso con l’amministrazione provinciale e Marche Multiservizi”. Al riguardo Talè evidenzia: “l’intervento di sistemazione dell’arteria all’altezza di via Kennedy, nel cuore di Orciano, è assolutamente indifferibile, per porre fine ai grossi disagi e ai danni economici subiti dai cittadini e dalle imprese di un ampio bacino a cavallo tra la Valcesano e la Valmetauro che comprende diversi comuni e una popolazione di circa 20mila abitanti”. Il consigliere ricorda che il “crollo del 2 ottobre scorso ha interessato un segmento stradale lungo 29 metri e ha coinvolto una superficie di circa 360 metri quadrati, mobilitando un volume complessivo di terreno di 1.800 metri cubi. Per il ripristino della viabilità la spesa stimata è di 430mila euro e stante la disponibilità dichiarata a concorrere al finanziamento dell’opera sia dell’amministrazione provinciale, per una cifra di 120mila euro, e della società Marche Multiservizi, è necessario che anche la Regione faccia la sua parte per garantire una risposta a questa vera e propria emergenza, che ogni giorno che passa diventa più grave. Un’emergenza – aggiunge – che non sta procurando seri pregiudizi soltanto alla gente e alle attività economiche di Orciano, ma anche ai cittadini e alle realtà produttive dell’intero comprensorio, perché la Sp 5 bis è di fondamentale importanza per tutti i collegamenti per e fra i comuni di San Giorgio di Pesaro, Piagge, Barchi, Mondavio, Fratte Rosa, Monte Porzio e San Lorenzo in Campo”.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2016 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.