Europa, il sorteggio è fortunato per tre delle cinque squadre italiane

L’urna di Nyon non ha portato clamorosi accoppiamenti come invece era stato per quanto sorteggiato in ottica gironi. Tra Champions ed Europa League abbiamo cinque squadre impegnate e in lotta per piazzamenti di spicco. Delusione archiviata per Inter e Napoli, uscite immeritatamente dalla Champions all’ultimo secondo in dei gironi estremamente complicati. I sorteggi questa volta sono stati clementi per le due squadre, sorte identica per la Roma in Champions. Uniche perplessità relative a Juventus e Lazio, impegnate rispettivamente contro Atletico Madrid e Siviglia. Due corazzate difficili da battere ma le sfide rimangono aperte.

La prima ad essere uscita dall’urna è stata la Juventus. Additata da tutti come una delle favorite per la vittoria finale della Champions, la vecchia signora si presentava come prima del girone. Gli accoppiamenti hanno sempre insegnato come non è la classifica del girone a portare fortuna. Essere primi non vuol dire nulla, perché, quando si arriva agli ottavi, le squadre forti abbondano ed uscirne indenni è difficile. L’Atletico Madrid è la migliore delle seconde. Gli spagnoli affronteranno la Juve e non partiranno di certo sfavoriti. Se è vero che la Juve ha perso due finali di Champions negli ultimi anni, la stessa sorte è capitata all’Atletico. La squadra di Simeone, così come i torinesi, ha una buona solidità generale e delle punte di diamante nei ruoli chiave. Vincere e buttare fuori una squadra che avrà una fame unica sarà un’impresa e la Juve è chiamata a compierla, considerando le numerose dichiarazioni bianconere che parlano sempre e comunque di voler alzare quel trofeo.

Capitolo Roma. I giallorossi stanno tentando di uscire da un periodo di crisi. Risultati, prestazioni e attitudini in campo non sono assolutamente da squadra che vuole arrivare in fondo a tutte le competizioni che disputa. Per rialzarsi anche in Champions e provare a ripetere il cammino dello scorso anno, che al momento sembra distante anni luce, non sarà cosa da poco, ma l’urna ha aiutato in questo senso. Il Porto è una squadra alla portata della formazione di Di Francesco, ma occhio a sottovalutarla. I portoghesi hanno una solidità difensiva pazzesca e storicamente sono la bestia nera dei romani, contro i quali non hanno mai perso.

Scendendo in Europa League, troviamo due sicure favorite per la vittoria finale. Napoli e Inter non hanno nulla di meno rispetto a Chelsea e Arsenal. Le quattro squadre hanno tutto per arrivare in fondo e la speranza è che le nostre si facciano trovare pronte, con i titolari, per portare a casa la vittoria. Zurigo e Rapid Vienna non spaventano. Tutto dipenderà da partenopei e nerazzurri e, giocando come sempre, si potrà sperare di andare avanti. Discorso a parte per una Lazio in grande difficoltà in campionato, uscita sconfitta contro l’Atalanta dopo quattro pareggi consecutivi. Il Siviglia è una certezza in Europa League e, per compiere un’impresa, serve la migliore Lazio possibile. Al momento, la squadra di Simone Inzaghi sembra spacciata ma ci sono ancora due mesi per risalire la china.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2018 - Oltrefano.it Redazione

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*