Le signore del calcio europeo

Le signore del calcio europeo

Come ogni anno, con l’inizio della stagione calcistica, è tornata anche la Champions League, la più importante competizione per club a livello mondiale. Squadre di ogni paese europeo si affrontano senza esclusione di colpi in partite di andata e ritorno, dapprima nei gironi e poi nelle fasi ad eliminazione diretta. La Champions è con ogni probabilità una delle competizioni più affascinanti in assoluto: ci sono squadre, come ad esempio il Milan ed Il Real Madrid che storicamente rendono meglio in campo europeo che in campionato, mentre altre, come ad esempio la Juventus, non riescono a portarsi questa coppa a casa da più di venti anni. Sono diverse le squadre che quest’anno sembrano favorite alla vittoria della competizione e, tra queste, c’è sicuramente proprio la Juventus che però dovrà vedersela con avversarie più competitive che mai.


34928722_2078264555553329_2788490985598877696_n

Juventus

La Juventus è reduce da sette scudetti di fila e da due finali e due semifinali raggiunte nelle ultime apparizioni in Champions League. Nonostante ciò la coppa dalla grandi orecchie manca da Torino da più di venti anni ed ormai per tutti gli juventini è diventata una vera e propria ossessione. Dando un’occhiata alle quote dei bookmakers, al 26 di Novembre, la Juventus insieme a Barcellona e Manchester City, rispettivamente a quota 6.00, 5.50 e 5.00, è tra le favorite assolute per la vittoria della prossima Champions e tutte e tre hanno dimostrato di essere più agguerrite che mai in queste prime giornate della competizione. La Juventus, dopo i rinforzi giunti nel mercato estivo con l’arrivo di Cancelo, Perin, Bonucci, Spinazzola e soprattutto quello di Cristiano Ronaldo, si candida prepotentemente a recitare il ruolo di protagonista anche in ambito europeo e, dopo quattro giornate, è prima nel proprio girone grazie alla vittorie ottenute contro il Manchester United, il Valencia e lo Young Boys. Nonostante i bianconeri abbiano affrontato avversari di primo livello la loro superiorità è stata netta, a tratti imbarazzante, e sono generalmente riconosciuti come la squadra da battere. I ragazzi di mister Allegri hanno dimostrato una solidità difensiva e mentale invidiabile, condendo il tutto con le incredibili giocate offensive di Dybala, Ronaldo, Bernardeschi, Douglas Costa e Cuadrado.

Manchester City

Gli inglesi, sotto la guida di quello che con ogni probabilità è il migliore allenatore in circolazione, Pep Guardiola, hanno iniziato la stagione in Premier in modo incredibile e, ad oggi, ricoprono la prima posizione in classifica leggermente avvantaggiati sui rivali del Liverpool e del Chelsea, squadra allenata da Maurizio Sarri. La squadra di Manchester, nonostante sia estremamente giovane, è in continua e costante crescita, soprattutto dal punto di vista mentale e ciò le permettere di gestire le partite e farle proprie con il minimo sforzo. Proprio questa pare essere la forza dei Citizens: la scelta di iniziare le gare a tutta fa sì che, già nei primi minuti, prendano in mano le redini dell’incontro, portandolo a termine in totale controllo e rischiando pochissimo anche in fase difensiva. Eppure l’avventura in Champions League non era iniziata nel migliore dei modi, con la sconfitta subita nella partita casalinga contro un Lione corsaro. La squadra di Guardiola, tuttavia, non si è persa d’animo e, senza rinunciare ai propri principi di gioco, ha continuato a macinare calcio e, a suon di goal e di grandi prestazioni di squadra, sono arrivate le vittorie che le hanno permesso, dopo sole quattro partite, di essere già ad un passo dalla qualificazione agli ottavi di finale. La sensazione è che, dopo anni in cui le avventure europee sono state a dir poco deludenti, questa stagione possa regalare ai Citizens molte soddisfazioni.

44471520_10157218153944305_6264562259117211648_n

Barcellona

I catalani, guidati dal fenomeno Leo Messi, reduce da un brutto infortunio al braccio che l’ha costretto a saltare la trasferta di San Siro contro l’Inter conclusasi con il risultato di uno ad uno, grazie anche alle difficoltà incontrate dal Real Madrid orfano di Cristiano Ronaldo e dell’allenatore Zinedine Zidane, sembrano essere gli assoluti favoriti per la vittoria della Liga, nonostante l’ultima sconfitta casalinga in campionato rimediata contro un sorprendente Betis Siviglia. Anche in Champions, nonostante due partite su quattro siano state giocate senza Messi, il discorso qualificazione è già chiuso ed i blaugrana sono stati la prima squadra a conquistarsi l’accesso agli ottavi di finale. Capitati nel girone con Inter, Tottenham e PSV, i catalani hanno dimostrato sin da subito la loro superiorità non dando scampo alle avversarie che, in ogni caso, stanno dimostrando di essere compagini di primissimo livello. Con il ritorno dall’infortunio di Messi, la definitiva consacrazione del bomber Suarez e l’esplosione dei giovani talenti Dembelè, Coutinho ed il brasiliano Arthur, nessun obiettivo sembra irraggiungibile ed il Barcellona si candida prepotentemente alla vittoria della Champions, titolo che manca dal 2015 quando i catalani si imposero a Berlino per tre ad uno proprio contro la Juventus.

Chi ama il calcio non può non amare la Champions. La massima competizione per club europea esercita da sempre su calciatori, dirigenti e tifosi un fascino particolare: se la vittoria di un campionato nazionale regala delle soddisfazioni speciali soprattutto in termini di rivalità interna tra tifosi, la vittoria della Champions assicura alla squadra che riesce nell’impresa una posto nella storia. Dal canto nostro non possiamo fare altro che augurarci che questa annata possa regalare a tutte le italiane in gioco grandi soddisfazioni e che, soprattutto, possa essere ricordata come una delle stagioni più avvincenti ed emozionanti di sempre.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2018 - Oltrefano.it Redazione

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*