La Junior raddoppia: il futuro del calcio a Pergola garantito

“A seguito degli ultimi sviluppi che hanno riguardato l’U.S. Pergolese 1923 con la mancata iscrizione al campionato di Eccellenza – si legge in una nota della Junior Pergolese – ci preme tranquillizzare i 180 bambini/e e ragazzi/e di Pergola e dei paesi limitrofi e le loro rispettive famiglie. La Asd Junior Pergolese si presenterà ai nastri di partenza della nuova stagione con tutte le categorie giovanili e la Società ha già organizzato al campo sportivo M. Stefanelli venerdì 30 agosto dalle ore 17:30 l’Open Day che darà l’avvio ufficiale alla stagione 2019/2020. Nonostante lo shock che come tutti gli amanti della Volante abbiamo avuto alla notizia della mancata iscrizione, ci siamo comunque rimboccati le maniche perché come Junior Pergolese abbiamo l’onere e l’onore -spiegano i membri del consiglio direttivo della giovane associazione sportiva – di portare avanti il settore giovanile unico punto che rappresenta “il calcio vero che conta”, quello genuino, aperto a tutti e giocato in un ambiente che forma l’atleta ma soprattutto la persona. La Junior Pergolese ha da sempre come mission, in un territorio che nel periodo invernale offre poco ai ragazzi, il portare avanti la scuola calcio dai 5 ai 16 anni: vedere ragazzini correre, sorridere, imparare ma soprattutto sognare è la cosa più importante ed è per questo che da due anni a questa parte lo stadio è metà di allenamenti ma anche camp, attività formative e sociali durante tutto l’arco dell’anno. 

Per quanto riguarda il settore giovanile, il Consiglio Direttivo della Junior che si è insediato esattamente 2 anni fa per salvare il calcio giovanile che stava chiudendo i battenti dopo un anno travagliato, oltre ad ottenere un incremento di tesserati del 50% con addirittura una settore dedicato alle ragazze con ben 16 tesserate, ha raggiunto obiettivi importanti. 

Dal prossimo anno ci sarà un allenatore qualificato per ogni categoria con la collaborazione di bravissimi Mister locali in fase di qualificazione ma con esperienza pluriennale, un preparatore dei portieri qualificato, un responsabile tecnico qualificato e un preparatore motorio laureato. Investimenti come non erano mai stati fatti prima a Pergola e soprattutto con un anno di anticipo rispetto agli obblighi Federali. 

Stiamo lavorando per cercare di allestire la Juniores, cuscinetto tra le giovanili e la prima squadra, settore che lo scorso anno era stato “ceduto” alla Volante.

Ma la novità principale riguarderà la figura dello psicologo sportivo: durante la stagione incontrerà le famiglie e seguirà i ragazzi affiancando anche i Mister: figura più unica che rara nei club del nostro ambito. Le strutture, invidiate da tanti, resteranno in mano alla Junior grazie all’aggiudicazione del bando avvenuta nel 2018″. 

“Ma la ciliegina sulla torta sarà l’iscrizione di una nostra squadra in Terza categoria composta prevalentemente di Pergolesi proveniente dal settore giovanile con l’aggiunta di calciatori proveniente dai comuni limitrofi a rispecchiare quello che succede nel vivaio dove con la nostra maglia giocano anche ragazzi di Frontone, Cagli, San Lorenzo in Campo, Sassoferrato e Serra Sant’Abbondio. Abbiamo preso questa decisione a fine maggio prima che sapessimo della mancata iscrizione della US Pergolese 1923 -spiega il presidente Enrico Rossi- perché abbiamo raccolto l’esigenza di molti ragazzi del territorio di poter tornare a giocare a Pergola non trovando spazio nell’Eccellenza. 

Progetto con punti fermi: impegno economico con budget prestabilito, settore giovanile quale vivaio per la crescita dei ragazzi, ingaggio di solo ragazzi del territorio. A margine dell’Open Day del 30/08 sarà presentata la nuova squadra, il Mister e tutto lo staff tecnico. Un applauso a chi ha spostato questo progetto, con calciatori che hanno rinunciato a categorie superiori credendo nella serietà della Junior Pergolese con l’unico obbiettivo di poter calcare l’erba del magico “Stefanelli”. 

E proprio la giovane realtà pergolese non si nasconde, tenendo sempre fermi gli obiettivi prefissati ha come sogno nel cassetto vedere i propri giocatori tornare a calcare i campi di categorie superiori nello Stadio cittadino entro pochi anni. Visto anche l’ampliamento dell’attività al “calcio dei grandi”, il Direttivo sta valutando la modifica del nome sociale che però secondo le normative federali potrà essere effettuata solo dal prossimo anno non appena si riapriranno i termini per presentare le variazioni statutarie.

Ci preme far sapere a tutti che comunque finisca la vicenda dell’U.S. Pergolese -conclude Rossi- noi non abbiamo la presunzione di volerne prendere il posto perché quella della U.S. Pergolese 1923 è una storia unica che nessuna nuova società potrà mai sognare di avvicinare nei prossimi 100 anni”.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.