Addio a don Gabriele Belacchi, storico parroco di San Lazzaro

Alle 00.30 di sabato 11 gennaio don Gabriele Belacchi è tornato alla Casa del Padre.

Don Gabriele era nato a San Costanzo il 22 novembre 1927 ed era stato ordinato presbitero nella Cattedrale di Fano il 29 giugno 1950. E’ stato, per più di 50 anni, parroco della Gran Madre di Dio nel quartiere di San Lazzaro e tutti lo ricordano per la sua vicinanza umana alla gente.

Da quando, per raggiunti limiti di età, non poteva più svolgere il suo ministero sacerdotale in parrocchia, era cappellano presso il monastero delle Carmelitane Scalze a Sant’Andrea in Villis.

Don Gabriele era anche profondo conoscitore e amante della montagna.

Le esequie saranno celebrate lunedì 13 gennaio, alle ore 15, nella parrocchia Gran Madre di Dio.

Dal tardo pomeriggio di oggi, sabato 11 gennaio, all’obitorio dell’ospedale Santa Croce di Fano sarà esposta la salma.
Lunedì 13 gennaio, alle ore 9, la salma verrà portata nella parrocchia Gran Madre di Dio dove sarà esposta fino alle 15.

Le esequie saranno celebrate lunedì 13 gennaio, alle ore 15, dal Vescovo Armando nella parrocchia Gran Madre di Dio.

Nella trigesima, l’11 febbraio, alle ore 18, durante la celebrazione in parrocchia verrà ricordato don Gabriele. A seguire, alle ore 18.30, verranno proiettati filmati realizzati dal sacerdote stesso sulla sua vita, sulla parrocchia, sulla realizzazione delle vetrate della chiesa.

Don Gabriele, nel 2014, aveva scritto anche il libro “Non solo ricordi ma semi di vita”, dedicato a tutti coloro, come scriveva il sacerdote, e sono tanti che hanno messo dei semi preziosi nel mio cuore. “Il testo di una canzone recita: “Il Signore ha messo un seme nel terreno dei mio giardino – scriveva nelle prime pagine del suo libro – Veramente nel mio giardino ne ha messi tanti, addirittura una infinità: le parole illuminanti del suo Vangelo, gli impulsi penetranti della grazia, la prorompente e rassicurante vitalità della fede, l’affascinante dinamica della formazione, sempre in continua e interrotta crescita e tanti e tanti altri semi”.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2020 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.