Patrimonio culturale: Fano stringe un’alleanza con il Mibact

Giornata importante per Fano. È stato siglato nel pomeriggio di oggi il protocollo d’intesa tra l’Istituto centrale per il Patrimonio Immateriale e l’amministrazione che promuoveranno le tradizioni e gli elementi identitari della nostra città per ottenere riscontri in termini turistici e culturali. In sostanza, sono state definite le azioni condivise che dovranno mettere in risalto le peculiarità di Fano per renderla ancora più conosciuta e apprezzata all’interno del proprio segmento di mercato turistico.

Una collaborazione strategica siglata grazie al lavoro di intesa condotto dal sindaco Massimo Seri e dall’assessore al Turismo Etienn Lucarelli insieme al prof. Leandro Ventura direttore del servizio per la tutela del patrimonio immateriale del Mibact che porterà Fano ad avere un rapporto diretto con il Mibact. Subito, al centro del focus, come riporta l’articolo 2 del protocollo, ci saranno il Carnevale e la marineria. Nel primo caso verranno coinvolti i Carnevali d’Italia interessati al progetto con la supervisione autorevole dell’importante Istituto per lavorare alla candidatura alla lista del patrimonio immateriale dell’Unesco. Nel secondo caso invece si andrà ad enfatizzare le conoscenze e i saperi legati alla tradizione marinara fanese che rappresenta un comparto su cui l’amministrazione intende investire per renderlo più riconoscibile ed identificabile. Ovviamente questa collaborazione prenderà in considerazione, non solo questi due temi, ma allargherà il proprio interesse ad altre specificità della storia fanese”.

 

“Da tempo stiamo lavorando per collocare Fano all’interno della mappa culturale italiana. Oggi facciamo un passo concreto in questa direzione per raggiungere questo risultato. Iniziamo un percorso di respiro internazionale che ci permetterà di fare squadra con altre realtà di spessore e di acquisire autorevolezza grazie alla disponibilità del professor Leandro Ventura, quale Direttore dell’Icpi. Fano è sempre più protagonista con le sue bellezze della promozione storica del nostro Paese”.

 

Soddisfatto l’assessore al Turismo Etienne Lucarelli: “Questa sinergia consente a Fano di essere più attrattiva dal punto di vista turistico. Valorizzando i nostri elementi distintivi, abbiamo la possibilità di farci conoscere in tutto il Mondo. Ringrazio il prof. Ventura per aver scommesso su di noi. Fano ha un grande potenziale che deve continuare ad esprimere nel migliore dei modi e con le adeguate strategie. Ieri sono stato ospite a Porto San Giorgio dove l’amministrazione di concerto con l’Istituto Centrale immateriale e il contributo del prof. e antropologo Francesco De Melis dell’Università la Sapienza di Roma hanno realizzato la Sala della Civiltà marinara e all’interno di Trevisani. Anche noi vogliamo realizzare progetti simili per caratterizzarci meglio, rendendoci distinguibili dal punto di vista turistico”.

 

Il prof. Leandro Ventura ha specificato come “con Fano si sia trovato subito il punto di contatto. In una fase inziale si svilupperanno percorsi legati al carnevale e alla marineria: proprio sulla marineria vorremmo avviare un programma nazionale, partendo proprio da Fano. Di argomenti interessanti da affrontare ce ne sono diversi, per cui sono convinto che questa collaborazione sarà proficua e porterà i risultati sperati”.

Condividi:
Copyright © 2020 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.