Venerdì 1 luglio al via “Terre e Immagini: racconti di uomini e atmosfere”

Viaggiare dentro storie, situazioni, culture: è quanto propone ogni anno la rassegna itinerante “Terre e Immagini – Storie di uomini e atmosfere” promossa dall’associazione culturale “I Fanigiulesi”, giunta all’VIII edizione. La rassegna, patrocinata dalla Provincia di Pesaro e Urbino, con il patrocinio e contributo dei Comuni di Fratte Rosa, Monte Porzio, Isola del Piano, San Costanzo e Mondavio ed il contributo del “Comitato cittadino di Stacciola” e del circolo di Stacciola, inizierà venerdì 1 luglio da Monte Porzio, articolandosi in 9 appuntamenti (ingresso libero, senza prenotazione) fino a sabato 20 agosto con lo spettacolo conclusivo a Cerasa di San Costanzo.

“Il viaggio è lo scopo, il motivo della nascita di ‘Terre e Immagini’ – ha spiegato in conferenza stampa il direttore artistico Fabio Brunetti insieme all’autore, attore e musicista de ‘I Fanigiulesi Nicola Gaggi -, un viaggio per conoscere culture, storie, dialetti di tutta Italia. E’ quanto faremo anche quest’anno nei nove incontri, che mi auguro portino ad una conoscenza e ad un arricchimento. Conoscersi per capirsi”.

“In questi appuntamenti di teatro, musica, storie e racconti si creano atmosfere magiche”, ha commentato il presidente della Provincia e sindaco di Isola del Piano Giuseppe Paolini, mentre il sindaco di San Costanzo Filippo Sorcinelli ha evidenziato come “la trasversalità e bellezza dei contenuti siano il punto di forza della rassegna”, dicendosi orgoglioso che l’associazione “I Fanigiulesi” abbia sede nel suo comune.  “Ci è sempre piaciuto il concetto di viaggio, su tante discipline e argomenti, un percorso sempre diverso e ricco di sfumature” ha detto il sindaco di Monte Porzio Giovanni Breccia, mentre il vice sindaco di Mondavio Davide Albani ha evidenziato come “la forza di questa rassegna sia nell’essere riusciti a portare artisti di grandissimo livello in piccoli borghi, che si caratterizzano per la loro bellezza”.

 

Ma vediamo il programma:

 

Venerdì 1 luglio, alle ore 21.15 a Monte Porzio (Piazza Garibaldi), “Storie e immagini da Snigaja”, con i racconti, le storie e gli aneddoti di Simone Quilly Tranquilli, le immagini del fotografo/filosofo Stefano Mariani e l’intervento dello scrittore, attore e cultore del dialetto senigalliese Andrea Scaloni.

 

Giovedì 7 luglio, alle 21.15 a Fratte Rosa (Piazza Garibaldi), spettacolo teatrale “Ricordi scordati”: indagini e canzoni sul tempo tra omicidi, musica e  memoria, con l’autore, attore e musicista Nicola Gaggi de “I Fanigiulesi” e lo scrittore Francesco Belfiori. “Lo spettacolo, che parte da un’indagine poliziesca raccontata da un commissario – ha spiegato Nicola Gaggi -, fa perno sulla concezione del tempo, fino ad arrivare alla teoria della relatività ristretta di Einstein”. Sono state oltre 20 le repliche in tre mesi.

 

Giovedì 14 luglio, alle 21.15 a San Costanzo (Piazza Borghetto), incontro “La testa nel pallone”: le storie, i racconti, la filosofia dello sport più amato dagli italiani, il calcio. Interverrà l’ex centrocampista Eraldo Pecci, intervistato dal giornalista Silvano Clappis.

 

Martedì 26 luglio, alle 21.15, a Stacciola di San Costanzo (Piazza Mauruzi), spettacolo inedito, in prima nazionale, “Il musicante e il rimatore”, creato per la rassegna. Il “musicante” Matteo Facchini con la sua fisarmonica completerà l’opera del “rimatore” Adriano Gaggi, che delizierà il pubblico con le sue rime in endecasillabi ed i suoi sonetti.

 

Mercoledì 27 luglio, alle 21.15 a Mondavio (Chiostro Francescano), appuntamento musicale “Ovunque bellezza”, con Marco di Meo, Roberto Gargamelli e Simona Tebaldi: due chitarre meravigliose ed una voce unica accompagneranno il pubblico tra i ritmi del mondo.

 

Mercoledì 3 agosto, alle 21.15 a Isola del Piano (al Montone), appuntamento teatrale “Mason d’la Blona”: la storia del brigante Tommaso Rinaldini, nato a Monte Maggiore nella metà del 1700, messa in scena da “I Fanigiulesi”.

 

Mercoledì 10 agosto, alle 21.15 a Torre San Marco di Fratte Rosa (Piazza San Marco), “Tammurriate e tarantelle”: i colori, i ritmi, le tradizioni campane attraverso le musiche e la voce di due grandi interpreti, Adriana Cucinella e Angelo Signore.

 

Venerdì 19 agosto, alle 21.15 a Castelvecchio di Monte Porzio (Piazza XXIV Maggio), “Drìo ‘na carezà”: un viaggio nel dialetto, nella cultura veneta insieme ai Brenta Blues, gruppo musicale amico da anni della rassegna.

 

Sabato 20 agosto, alle ore 21.15 a Cerasa di San Costanzo (Piazza IV Novembre), spettacolo musicale “Quanta strada”: i Brenta Blues racconteranno i 25 anni della loro storia.

 

Per informazioni: [email protected] o cell. 338.1519181

 

Condividi:
Copyright © 2022 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.