Il Carnevale di Fano 2019 è pronto per il suo ultimo atto. Madrina dell’evento Annalisa Minetti

Carnevale, sport e sociale. Oltre all’esplosione di colori, allegria e festa, l’ultima grande domenica di sfilate del Carnevale di Fano 2019, dedicherà un ampio spazio a tematiche attuali ed importanti. Madrina dell’evento sarà Annalisa Minetti che con la sua forza e bravura, nonostante le difficoltà, rappresenta l’esempio perfetto per una domenica all’insegna dell’integrazione tra sport e disabilità.

Si partirà già dalle 10 quando, in concomitanza del Carnevale dei Bambini, si svolgeranno diversi appuntamenti dedicati all’argomento sopracitato. L’Ente Carnevalesca e l’assessorato allo sport del Comune di Fano, con la Federazione FISPIC e le associazioni leader in campo nazionale del calcio non vedenti, daranno il via a “Giochiamo in strada”, una dimostrazione di calcio a 5 con palla sonora, che si svolgerà all’angolo tra viale Gramsci e via Garibaldi.  Il weekend sportivo sarà impreziosito dalla presenza di 15 ragazzi delle associazioni ASD Liguria Calcio non Vedenti e l’ASD Roma 2000, squadre che partecipano al campionato nazionale FISPIC di calcio a 5 B1 non vedenti ciechi assoluti. Con loro saranno presenti l’associazione onlus Controluce, l’ASD fanese UICI FANO Calcio a 5 Ipovedenti di Tony Falasconi ed Emilio Brunetti e la Polisportiva Picena non vedenti. Alle ore 15 con l’avvio dell’ultima grande sfilata del 2019, su viale Gramsci, l’ospite d’onore Annalisa Minetti verrà accompagnata dai ragazzi che avranno la possibilità di salire anche sui carri.

Ad aprire l’ultimo corteo del Carnevale di Fano ci sarà il mini carro de El Vulón, realizzato da Mauro Chiappa dell’associazione Fantagruel, che verrà anticipato dal Vulòn in carne ed ossa interpretato dall’attore fanese Simone Diotallevi e dalle auto d’epoca del Moto Club Lucio Ricci Fano. Il minicarro sarà seguito da “I Giovani: Colore e Motore del mondo!, realizzato dal Liceo Nolfi/Apolloni che vedrà la presenza anche di un gruppo di studenti ungheresi tra l’animazione e dal minicarro dedicato ai parchi Costa Edutainment. Alle spalle del mondo marino rappresentato dal carro appena citato, spunterà l’eroina DC Comic più amata nel mondo: il minicarro UonderUoman di Daniele Mancini Palomoni e Gianluca Isotti.

L’amore al Carnevale di Fano non manca mai, grazie anche al gruppo Abbracci Gratis che sfilerà assieme al corteo, munito di pettorine di riconoscimento e distribuirà un abbraccio a tutti coloro che lo vorranno. Sarà poi il turno di un’altra delle novità 2019 “Poesia…Pazzia carro realizzato dal maestro Mauro Chiappa e da Fantagruel che sarà ancora più bello del solito grazie alla presenza della Bella del Carnevale Marzia Terlizi, la Lady del Carnevale Eleonora Vincenzi e la Principessa e il Principino Maia Di Sante e Lorenzo Giambartolomei. Modelle e modelli saranno accompagnati dal Patron della Bella d’Italia, Franscesca Cecchini.

Seguirà Il carro “90 anni di Olivia e Braccio di Ferro” ideato da Roberto Marchetti, progettato dal grande artista Andrea Giomaro e realizzato dai carristi di Pontemurello per celebrare i 90 anni dell’iconico personaggio creato dal fumettista Elzie Cristel Segal nel 1929. Questo carro parteciperà al Carnevale di Mezza Quaresima di Lucrezia. Sarà poi il turno di “Buon Compleanno Pesce Azzurro”, il carro di seconda categoria restaurato e adattato per celebrare il quarantennale del noto ristorante.

Ad aprire il corteo dei giganti di cartapesta sarà la mascherata “La famiglia del Vulòn” realizzata dalle fazioni della Volpe e del Lupo che sfileranno in massa creando un corteo coloratissimo e molto numero che farà da apripista al carro “Carnevale di Fano” realizzato da Carnival Factory, il quale avrà l’onore di ospitare, dopo che avrà aperto la sfilata, la madrina Annalisa Minetti e le delegazioni del Carnevale di Veracruz e de L’Avana.

Spirito sudamericano che invaderà viale Gramsci anche grazie a “Viva la Frida, Viva la Revolucion” ideato da Anna Mantovani e realizzato da Carnival Factory. Il gigante verrà preceduto dalla mascherata “Viva il Messico, Viva la Frida”, realizzata dalla Fazione del Lupo.

“Fescion Fri”, sarà invece la mascherata ideata dalla Fazione del Cinghiale, che precederà il gigante di cartapesta ideato da Paolo Furlani e realizzato dall’associazione Gommapiuma per caso. Stiamo parlando di “Bolle in Gabbia” con la sua donna alta  oltre 10 metri che sta a simboleggiare il consumismo sfrenato.

“La Calunnia è un Venticello” carro dedicato a Gioacchino Rossini del maestro Pierluigi Piccinetti, ideato dall’ex associazione Carristi Fanesi e che chiuderà l’anno rossiniano, precederà il carro della storica Musica Arabita .

Terminata la sfilata, con lo spettacolare giro della “Luminaria”, alle 18.00 sarà invece il momento dei palchi mascherati (sold-out anche per questa domenica), che verranno premiati da Tuquitour.

Alle 18.30, in zona Pincio, la madrina Annalisa Minetti si esibirà con la sua splendida voce per chiudere al meglio una grande giornata di Carnevale.

Per i ragazzi, ma anche per chi avrà semplicemente voglia di continuare la festa carnevalesca, dalle 18,30  in piazza XX Settembre si esibirà la bravissima dj Serena Mine.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.