Un calcio al pregiudizio col progetto di integrazione promosso dal Csi Pesaro Urbino

Il comitato provinciale di Pesaro Urbino del Centro Sportivo Italiano propone, per il terzo anno consecutivo, il progetto “Sport e integrazione”.
Si tratta di un’iniziativa che dà l’opportunità ai giovani immigrati residenti nelle strutture di prima accoglienza, presenti sul nostro territorio, di partecipare al campionato di calcio a 5 invernale, organizzato dal Csi in collaborazione con l’associazione sportiva Sportland.

“Crediamo – spiega il presidente provinciale Marco Pagnetti – che oltre a donare un po’ di sano sport, svago e divertimento a questi giovani richiedenti asilo, questo progetto costituisca un bel messaggio di inclusione sociale, dissonante dalla cronaca che vediamo quotidianamente sui giornali e nei tg nazionali. E’ senza dubbio un segno positivo di accoglienza e inclusione sociale nel nostro territorio di cui siamo orgogliosi. Inoltre il comitato non è nuovo a iniziative del genere: basti pensare che anche il decimo campionato di calcio a 7 provinciale è all’insegna della solidarietà ospitando in gara una squadra, il Filo della Gioia, che rappresenta una comunità educativa per minori che ha sede a Pesaro”.

La squadra formata dai giovani immigrati giocherà e sfiderà le altre squadre locali fanesi del campionato, partito lo scorso novembre, fino al mese di giugno. Le gare si disputato sui campi di Villa Marina a Fano.

“Le partite – continua Marco Pagnetti – si svolgono in orario serale con cadenza settimanale. Un’occasione, quindi, non solo di sport, ma soprattutto di amicizia, conoscenza e condivisione.”

Il progetto d’integrazione, promosso dal CSI Pesaro Urbino, prevede inoltre dei momenti conviviali prima, durante e dopo le gare. Momenti clou saranno le premiazioni degli atleti che hanno partecipato alla competizione e un triangolare di calcio in cui i richiedenti asilo si sfideranno con altre realtà cittadine, condividendo le loro storie ed esperienze, ma anche le specialità culinarie del proprio paese.

“E’ stato possibile organizzare questa importante iniziativa – conclude Pagnetti – grazie all’incontro tra il comitato del CSI provinciale, il Consiglio regionale – Assemblea legislativa delle Marche attraverso il vice presidente Renato Claudio Minardi e il consigliere regionale Mirco Carloni, la Cooperativa Labirinto, la polisportiva Millepiedi, il sostegno generoso di Prodi Sport di Fano, l’assessorato allo Sport del Comune di Fano, l’ASD Fortitudo Sant’Orso, Villamarina RMD e l’ASD Sportland”.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2018 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.