I nostri dati e i risparmi saranno sicuri online con queste accortezze

Dobbiamo ormai ammetterlo: non possiamo più fare a meno di internet. Quasi ogni giorno, infatti, ci ritroviamo a navigare in rete per svariati motivi. Che sia per chattare con gli amici, leggere il giornale, inviare e-mail, guardare un video divertente o prenotare il nostro prossimo viaggio, sembra che tantissimi aspetti della nostra vita di tutti i giorni ora passino per la rete.

Poiché i computer e, soprattutto, gli smartphone sono sempre con noi e, quasi senza accorgercene, trasmettiamo molto spesso i nostri dati sensibili durante le nostre sessioni online, è importante fornire tali dati, richiesti durante le operazioni che compiamo sulla rete, in modo sicuro in maniera da proteggere allo stesso tempo le nostre informazioni e i dispositivi che utilizziamo.

Scegliere metodi di pagamento sicuri

Chi di noi non ha almeno una volta fatto un acquisto online? Che sia per lo shopping natalizio, per fare la spesa o per sottoscrivere un abbonamento a uno dei tanti siti di streaming oggi presenti, sempre più spesso finiamo con l’effettuare pagamenti online. Bisogna però fare molta attenzione in questi casi, perché per pagare online dobbiamo necessariamente condividere i nostri dati bancari. È quindi fondamentale assicurarsi che la piattaforma su cui stiamo facendo shopping si appoggi unicamente a sistemi di pagamento sicuri e sia protetta da possibili attacchi informatici. Il furto dei nostri dati di pagamento potrebbe infatti comportare l’impadronirsi da parte di malintenzionati di grosse somme di denaro non autorizzate. Ma come riconoscere un sito affidabile?

Prima di tutto è bene assicurarsi che le piattaforme si appoggino a degli antivirus, cosa che ad esempio accade sui principali e-commerce dedicati allo shopping online. Inoltre, è importante assicurarsi che la piattaforma scelta sia in possesso delle certificazioni necessarie, come nel caso delle piattaforme di intrattenimento online, come per esempio la roulette che devono essere certificati ADM e mettono a disposizione solo metodi di pagamento protetti. Se solitamente effettuare un pagamento su un circuito Visa, Mastercard o Maestro può già aiutarci a tutelare i nostri risparmi, pagare tramite un portafoglio elettronico può proteggerci ulteriormente, perché spesso questi servizi offrono anche ulteriori tutele ai clienti in caso di necessità.

Consigli per password diverse e per ricordarle

Anche quando non stiamo facendo acquisti online possiamo però subire il furto dei nostri dati sensibili. Spesso ciò accade perché utilizziamo password troppo deboli o ci dimentichiamo di diversificarle. Ciò può però essere controproducente perché fa calare considerevolmente la nostra sicurezza online. Se i profilo sono protetti da password diverse, infatti, sono più sicuri. Ma non solo: che succede se dimentichiamo la password che abbiamo usato su tutti i nostri account? In questo caso andremmo incontro a una brutta sorpresa rischiando di rimanere digitalmente “chiusi fuori” da tutti i nostri profili. Per queste ragioni è importante che le password che utilizziamo siano tutte diverse tra di loro!

Inoltre, le password devono essere anche sufficientemente complesse. Dimentichiamoci quindi di nomi di famigliari, sequenze di numeri in ordine crescente o parole facili da indovinare come “password”. Fortunatamente al giorno d’oggi i principali siti su cui possiamo iscriverci ci costringono a creare password relativamente complesse, in cui sono presenti anche numeri e simboli, ma a volte questo non basta. Ad aiutarci per fortuna arrivano programmi come i password manager, che creano per noi e tengono in memoria per esserci d’aiuto password molto complesse per ogni nostro account.

Cookie, di cosa si tratta?

Ormai lo sappiamo bene, navigando in rete lasciamo dietro di noi una lunga traccia delle nostre attività sia nei server che sui nostri stessi computer. Non a caso negli ultimi anni si è parlato sempre più spesso dei famosi cookie. A chi non è capitato, aprendo un sito, di dover scegliere se accettare i cookie o meno? Bisogna però fare una premessa: i cookie sono assolutamente legali, così come la vendita o condivisione a terze parti dei nostri dati di navigazione che ne conseguono. Nonostante ciò, però, alcuni di noi preferiscono non accettarli perché li considerano, in un certo senso, un’intrusione nella privacy. Grazie ai cookie, che sono dei piccolissimi file che vengono scaricati sul nostro dispositivo, è infatti possibile far “ricordare” al nostro browser alcune nostre informazioni di navigazione come ad esempio che prodotti abbiamo acquistato, che siti abbiamo visitato e le azioni che abbiamo effettuato su queste piattaforme. Tutto ciò ci semplifica la vita, perché spesso i cookie aiutano i siti web a offrirci una navigazione ottimizzata per i nostri interessi e senza richiederci di ripetere azioni che abbiamo già effettuato.

Negli ultimi anni, i cookie hanno iniziato sempre di più a essere utilizzati anche come strumento di marketing, perché grazie a essi le piattaforme web possono condividere le informazioni sulle nostre abitudini di navigazione online con terze parti. È proprio grazie ai cookie che se, ad esempio, cerchiamo un prodotto su un sito pochi minuti dopo ne vedremo la pubblicità apparire su un’altra piattaforma. Se per alcuni i cookie sono degli strumenti utili e comodi, alleati durante il tempo passato online, altri preferiscono non dare il permesso al sito di impiegarli. Per fortuna oggi è possibile, attraverso alcuni passaggi, negare il consenso all’utilizzo dei cookie durante il primo accesso a un sito.

Far sì che i nostri dati online siano al sicuro può essere molto facile se adottiamo le giuste accortezze e impariamo a conoscere quei meccanismi della rete che incontriamo ogni volta che ci connettiamo su internet.

 

Condividi:
Copyright © 2022 - Oltrefano.it Redazione

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.