Trading online: il punto degli analisti di italiatradingonline.it

Tutti ne sentiamo parlare oramai, giorno e notte, vuoi per il boom delle critpovalute, vuoi per la pubblicità (a dir poco efficace, c’è da dire) costante di eToro su Youtube che sicuramente vi sarà capitato di vedere almeno un paio di volte al giorno se avete cercato queste parole su google, ma quanti di noi possono dire di capire realmente di cosa stiamo trattando?

Ebbene, oggi cercheremo di fare un po’ di chiarezza su questo argomento grazie all’aiuto dei nostri colleghi analisti di italiatradingonline.it i quali hanno scritto un interessantissimo articolo riguardante il trading online.

Borsa valori e Trading Online: le principali differenze

Sin dalla fine del Medioevo, i mercanti europeo erano soventi scambiarsi tra di loro titoli di credito in luoghi che prenderanno in futuro il nome di borsa valori.

Questi luoghi, il cui nome deriva dal primissimo posto in cui avvennero questi scambi , il palazzo dei Der Bourse, sono diventati con il lungo andare dei veri e propri templi della finanza capitalistica.

Così, dopo secoli, possiamo ritrovare i suddetti templi sparsi in giro per il mondo in ogni città degna di essere definita un polo finanziario che si rispetti. Ed è quindi così che troviamo i cosiddetti Major Stock Exchange in giro per tutto il globo in città come Milano, Tokyo o New York.

Eppure, grazie ai prodigi della tecnologia siamo riusciti a superare persino le concezioni di spazio e tempo e questi templi finanziari sono riusciti a “sparire” nell’etere, trasferendosi su internet. Grazie infatti alla potenza della rete, oggi ciò che va per la maggiore sono i cosiddetti mercati OTC (Over The Counter).

La particolarità di questi mercati OTC è che non hanno un vero e proprio riferimento fisico, ma sono presenti esclusivamente su internet. Ciò significa che non c’è una Wall Street in cui poter svolgere le proprie operazioni di scambio finanziario, ma tutto avviene grazie alla potenza delle piattaforme di trading online.

Grazie ad esse perciò è possibile superare i limiti dovuti allo spazio e si può investire anche comodamente da casa, magari mentre si è comodamente seduti.. a guardare la televisione, e lo si può fare in qualunque momento della giornata 24 ore su 24.

Ma qual è il prodotto più “scambiato” su queste piattaforme?

Trading Online e CFD

Oggi, il prodotto finanziario più utilizzato sulle piattaforme di trading online sono i cosiddetti CFD: i contratti per differenza.

Questi prodotti finanziari derivati sono il maggior strumento derivato utilizzato sulle piattaforme di trading poiché hanno una serie di vantaggi che mancano alle forme di investimento più canoniche, come l’investimento diretto.

Prima di tutto, questi hanno un prezzo decisamente ridotto. Per entrare a far parte di un azionariato infatti, i capitali di entrata infatti saranno esorbitanti, soprattutto se si vuole puntare su un titolo azionario ben quotato. Inoltre, i guadagni derivati dal suddetto titolo saranno sempre correlati all’andamento positivo del titolo in borsa: nel momento in cui questo andrà in negativo, vedremo i nostri investimenti sfumare.

Per quanto riguarda i CFD invece, la loro peculiarità è che non solo questi vengono utilizzati dagli investitori retail per il loro prezzo decisamente contenuto, ma anche perché è possibile guadagnare sia che il titolo vada in positivo, sia che questo vada in negativo.

Quello che avremo bisogno di fare sarà semplicemente trovare un broker online autorizzato e affidabile con cui aprire un conto di trading.

Trading Online e Broker Online autorizzati

Se quindi abbiamo intenzione di accedere a questo mondo finanziario pieno di possibilità e occasioni, ci sarà bisogno di aprire un conto di trading con un broker online autorizzato.

Quando scriviamo autorizzato, vogliamo dire che il suddetto broker dovrà avere tutte le autorizzazioni e licenze del caso, come ad esempio quelle CySEC e CONSOB, per poter operare sul suolo italiano ed europeo.

Rivolgersi a un qualunque broker il quale non è in grado di dimostrare il possesso delle suddette licenze non farà altro che mettere in pericolo i nostri sudati risparmi.

Condividi:
Copyright © 2020 - Oltrefano.it Redazione

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.