Rubavano auto a Fano e rivendevano i pezzi di ricambio a Foggia, fermati 5 componenti di una banda

A seguito di alcuni furti di auto avvenuti nella città di Fano, gli agenti del Commissariato, con il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro, avviavano indagini al fine di risalire agli autori degli stessi.
Le attività illecite riguardavano la rivendita di pezzi di ricambio di autovetture nella provincia di Foggia.
Nei mesi di ottobre e novembre dello scorso anno si sono verificati 11 episodi di furto aggravato (8 tentativi e 3 furti consumati) tra Fano, Marotta di Mondolfo e Senigallia.
Le indagini permettevano di definire il modus operandi con cui la banda operava: i malviventi partivano dalla Puglia utilizzando auto prese a noleggio per rendere più difficoltoso il loro rintraccio, giungevano a Fano e colpivano a notte fonda. I veicoli venivano forzati con lo sfondamento del deflettore posteriore e avviate mediante l’utilizzo di una centralina di sostituzione. Effettuavano il viaggio di ritorno verso sud utilizzando l’autostrada e ponendo l’auto a noleggio davanti ai veicoli rubati (stile safety car, da cui il nome dell’operazione), per verificare l’eventuale presenza di veicoli delle Forze di Polizia.
Sono stati identificati 5 componenti la banda, tutti provenienti dalla Puglia, con base operativa a Cerignola (FG) e recuperate 2 autovetture.
Il Tribunale di Pesaro ha emanato un’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora con divieto di uscire dall’ abitazione in orario notturno a carico di 3 soggetti della banda.
L’esecuzione delle predette misure veniva operata dagli agenti del Commissariato fanese a Cerignola con la collaborazione del Commissariato della città pugliese.

Condividi:
Copyright © 2024 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.