Pesaro Urbino, 172esimo anniversario della Polizia di Stato all’insegna di maggiori controlli ed encomi

Le celebrazioni per il 172esimo anniversario dalla fondazione della Polizia di Stato costituiscono l’occasione per trarre un bilancio dell’attività da quest’ultima svolta nella Provincia di Pesaro Urbino, che sta vivendo un periodo particolarmente intenso a seguito dell’elezione di Pesaro a città Capitale della Cultura 2024.

L’anno passato si segnala, innanzitutto, per un maggior impiego di pattuglie impegnate nell’attività di controllo del territorio (+10%), con un conseguente aumento di persone e veicoli controllati (+15%). A ciò si aggiungono i numerosi interventi scaturiti dalle più di 12000 chiamate ricevute all’utenza 112 NUE che hanno impegnato le Squadre Volanti in attività di vario genere.

Oltre al controllo del territorio, l’attività di prevenzione si declina anche negli ambiti di competenza delle articolazioni che si occupano sia delle procedure per l’emanazione delle relative misure, sia dell’attività di intelligence che conduce all’efficace previsione di turbative all’ordine e alla sicurezza pubblica.

In merito, intensa è stata l’attività conseguente alle richieste di ammonimento per atti persecutori, in particolare quelle riguardanti le situazioni di tipo affettivo: nel periodo di riferimento sono stati emessi 9 provvedimenti di ammonimento per atti persecutori (+50% rispetto all’anno precedente) e n. 9 per violenza domestica (+80%), a fronte di un totale di nr. 38 richieste pervenute tra violenza domestica e stalking. In questo contesto, la Questura ha realizzato una costante formazione in convegni e tavoli operativi, coinvolgendo anche i giovani tramite una serie di incontri su tematiche di vario genere.

Quanto all’attività di intelligence, nel corso dell’anno è stato realizzato un costante monitoraggio dei fenomeni aggregativi, proliferati anche grazie all’uso di internet e dei social media, che ha garantito il regolare svolgimento delle innumerevoli manifestazioni legate all’attuale contesto geopolitico mondiale. Importante l’impegno profuso per le manifestazioni sportive che, nella provincia, conta ben 4 compagini che militano in campionati professionistici e molte squadre che, seppur in campionati dilettantistici, vantano una discreta presenta di tifoseria organizzata. Le celebrazioni di Pesaro 2024 – Capitale della Cultura, con la previsione di numerosi eventi di tipo culturale, artistico, politico e sociale, hanno comportato un sensibile aumento delle manifestazioni che hanno necessitato e necessitano di una particolare attenzione per la delicatezza dei temi trattati, per la presenza di persone e personaggi di spicco.

A tal riguardo, l’Ufficio di Gabinetto, nella gestione e organizzazione delle attività della Questura, ha predisposto 1566 ordinanze, relative ad altrettanti servizi di ordine pubblico o di vigilanza, con l’impiego di circa 2400 operatori della Polizia di Stato in tutta la provincia.

Per quanto riguarda l’attività di repressione, l’attività della Squadra Mobile ha condotto complessivamente all’arresto di 36 persone e alla denuncia in stato di libertà di 120 persone.

Sono state eseguite 12 misure cautelari, tra cui il divieto di avvicinamento e l’allontanamento dalla casa famigliare, in relazione ai reati del c.d. “codice rosso” fino ad arrivare, in un caso grave, all’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere.

Costante l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, con continue operazioni all’interno del parco Miralfiore e la positiva conclusione di indagini su sodalizi italo/venezuali e albanese. Consistente anche l’attività connessa ai reati contro il patrimonio, che hanno visto decine di persone individuate quali autori di truffe e furti in genere.

L’operato del settore della Polizia Amministrativa e sociale si segnala per il costante aumento del numero dei passaporti rilasciati, grazie anche all’impiego di nuove risorse, che ha permesso di rilasciare più di 17000 passaporti nel corso dell’anno di riferimento (+14% rispetto all’anno precedente).

Incessante è stato l’impegno profuso anche nel settore Immigrazione, proteso sia nelle attività volte al rilascio dei titoli autorizzativi al soggiorno, con un netto incremento dei permessi di soggiorno rilasciati (+22%), sia nell’emanazione dei provvedimenti volti al contrasto all’immigrazione clandestina. In tale ultimo ambito si è registrato un aumento delle espulsioni (+65%) e degli allontanamenti per ordine del Questore (+48%).

Fondamentale anche la quotidiana attività dei 2 Commissariati di P.S. distaccati, a Fano e Urbino, nei rispettivi territori di competenza.

A Fano si evidenzia un netto aumento delle pattuglie impiegate nel controllo del territorio (+52%), ed un conseguente incremento dei soggetti e dei veicoli controllati (+46% e +31%). Sono pressoché raddoppiati gli arresti (da 28 a 55), così come il numero di persone denunciate in stato di libertà (da 104 a 210).

Anche il personale del Commissariato di P.S. di Urbino si è utilmente impegnato nei vari ambiti di competenza: 290 le pattuglie impiegate in servizi di controllo del territorio; quasi 3000 le persone controllate e circa 1200 i veicoli controllati.
La Provincia di Pesaro Urbino vede anche la presenza di 3 specialità della Polizia di Stato.

Il posto di Polizia Ferroviaria di Pesaro, nel periodo di riferimento, ha impiegato ben 441 pattuglie in Stazione, 41 pattuglie a bordo treno e 23 pattuglie in operazioni straordinarie, procedendo all’identificazione di più di 4000 persone e all’arresto di 4 persone.

Il personale della Sezione della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Pesaro ha investito sul progetto #cuori connessi per sensibilizzare genitori, insegnanti e ragazzi ad un uso consapevole dei dispositivi connessi alla rete, con 13 incontri avvenuti in varie scuole della Provincia.

La Sezione della Polizia Stradale di Pesaro e reparti dipendenti, oltre a dedicarsi alla campagna di educazione Icaro, hanno controllato più di 10000 veicoli e quasi 14000 persone. Tali controlli hanno portato al ritiro di 203 patenti (+43% rispetto all’anno precedente), e di 184 carte di circolazione (+60%). 4 invece le persone arrestate e 99 quelle denunciate, dati anch’essi in crescita rispetto all’anno precedente.

In occasione delle celebrazioni che si terranno nella città di Pesaro presso il Pala Scavolini nella giornata del 10 aprile a partire dalle ore 10, verranno premiati i seguenti operatori della Polizia di Stato, attualmente in servizio presso vari Uffici della Provincia di Pesaro Urbino:

  • Sepede Giuseppe, in servizio presso la Squadra Mobile della Questura: Promozione per merito straordinario;

  • Ciavarrella Vincenzo, in servizio presso l’U.P.G.S.P. della Questura: Promozione per merito straordinario;

  • De Rosa Aniello, in servizio presso la P.A.S.I. della Questura: Encomio Solenne;

  • Sonnante Roberto, in servizio presso il Commissariato di P.S. di Fano: Encomio;

  • De Luca Patrick, in servizio presso la sottosezione di Polizia Stradale di Fano: Lode;

  • Ranaldi Emanuele, in servizio presso la Polstrada di Cagli: Lode;

  • Scimone Vincenzo, in servizio presso la Squadra Mobile della Questura: Lode;

  • Cerrone Luigi, in servizio presso l’U.P.G.S.P. della Questura: Lode;

  • Severa Enrico, in servizio presso l’U.P.G.S.P. della Questura: Lode;

  • Vitali Luca, in servizio presso l’U.P.G.S.P. della Questura: Lode

Condividi:
Copyright © 2024 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.