Fano, torna la Settimana Africana Regionale promossa dall’associazione L’Africa Chiama

Nata nel 1998 da un’idea di Italo Nannini, fondatore dell’associazione fanese, la manifestazione si pone come obiettivo quello di accendere i riflettori sull’Africa, il continente più dimenticato ed oppresso, e per sensibilizzare sui temi della cooperazione e solidarietà internazionale.

La venticinquesima edizione accoglierà 20 eventi e ben 30 ospiti, fra scrittori, relatori, artisti. In programma inoltre incontri per conoscere più nel dettaglio l’impegno de L’Africa Chiama che è quotidianamente in prima linea nella tutela dei diritti, soprattutto dei bambini. 

L’evento è stato presentato questa mattina in conferenza stampa alla Memo alla presenza di Anita Manti e Raffaella Nannini dell’associazione fanese, Dimitri Tinti, Assessore al Welfare di Comunità e Sara Cucchiarini, Assessora alle Pari Opportunità, presso la Mediateca Montanari grazie alla collaborazione anche dell’Assessorato alle Biblioteche.

 

La manifestazione, realizzata con il patrocinio e la compartecipazione del Comune di Fano e dell’Assemblea Legislativa della Regione Marche, verrà inaugurata Domenica 25 Settembre con un evento che si svolgerà in Piazza in collaborazione con Fano Città delle Bambine e dei Bambini dedicato ai più piccoli con i laboratori di percussioni africane a cura del gruppo Crazy Djembe a partire dalle 16.30. 

La stessa giornata inaugurale vedrà inoltre un doppio appuntamento dedicato alle donne: alle ore 17.30 alla Memo incontro con l’attività Sambu Buffa che verrà intervista da Valentina Strippoli, psicologa e psicoterapeuta, sul tema “Femminismo e Afrodiscendenza” e a seguire alle 21.30 presso la sede di Fabbrica Urbana in Via Montevecchio si svolgerà un reading teatrale a cura di Francesca Giommi, “Black magic woman. La meraviglia di essere donne e
nere.”

 

La settimana proseguirà con numerose iniziative fra cui l’incontro con la scrittrice per ragazzi Emanuela Nava alla Memo Lunedì 26 Settembre ed a seguire il laboratorio di cucina etnica, la proiezione del film “Talien” alla presenza del regista presso il Cinema Masetti di Fano in programma per Mercoledì 28 alle ore 21.15 e la presentazione del libro di poesie Nidi Vuoti con l’autrice Chiamaka Sandra Madu.

Venerdì 30 Settembre la manifestazione si sposterà a Pesaro, al Grà, dove si terrà l’incontro sul tema della legalità. A parlarne il sociologo e scrittore Marco Omizzolo che presenterà il suo ultimo libro “Per motivi di giustizia”. L’iniziativa proseguirà poi con il concerto in collaborazione con Via del Canto di Nilza Costa, cantautrice brasiliana.

 

Infine la Settimana Africana si concluderà Sabato 1 Ottobre con l’evento della Notte Nera ospitato nella splendida cornice del Bastione Sangallo di Fano, durante la quale verrà assegnato il Premio Ho l’Africa nel Cuore che quest’anno verrà consegnato a Padre Giulio Albanese, intervistato per l’occasione da Attilio Ascani, presidente di Marche Solidali.

 

“Missionario comboniano, fondatore di Misna, Missionary Service News Agency, e giornalista per numerose testate fra cui Avvenire, Osservatore Romano e Vita, Padre Giulio è uno dei più grandi conoscitori dell’Africa e da anni impegnato per accendere i riflettori sul grande continente nero, con la grande capacità di saperne analizzare le complessità socio-politiche ed economiche.” Così spiega le motivazioni del Premio 2022 Raffaella Nannini, direttrice de L’Africa Chiama.

Condividi:
Copyright © 2022 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.