Tra Pergola e San Lorenzo in Campo torna TRAFFIC, festival delle anime gentili

Colle Desiderio è il titolo della terza edizione di TRAFFIC Festival delle anime gentili che si disseminerà tra i Comuni di San Lorenzo in Campo e Pergola dal 20 al 22 agosto 2021.
Organizzato dall’associazione culturale Marche Arte Viva, il Festival di arti visive, performance, musica e poesia è realizzato con il patrocinio e la compartecipazione del Consiglio Regionale delle Marche – Assemblea Legislativa delle Marche, con il supporto del Comune di San Lorenzo in Campo, il patrocinio del Comune di Pergola e della Provincia di Pesaro e Urbino, oltre alla collaborazione di CasaMavì, Officina Giovani Pergola, Villa Ligi, Villa Tereze Holiday & Artist retreat, Cà Palazzo e Fattoria agrituristica Casale Venezia.

Il Festival intende abitare le aree interne e gli spazi rurali in quanto luoghi di creazione, rifiutando una visione che li riduce a territori isolati e inerti, condannandoli a divenire esclusivamente spazi altri rispetto alle città.
Campi e paesi, piante e cittadinanza, torrenti e colline, possono essere agenti di produzione culturale e forme di intelligenza collettiva, resistendo a processi di standardizzazione turistica e banalizzazione concettuale.
Il rurale non è inteso come aggettivo romantico, il ritorno nostalgico a un Eden idealizzato e ormai scomparso, bensì quale strumento per l’analisi e l’azione in un territorio dell’entroterra marchigiano ritenuto marginale.
Il Festival vuole emancipare la ruralità da una dicotomia che la costruisce quale opposto della metropoli, definendola anacronistica, provinciale, autentica e arretrata: non esistono opposti, ma solo interdipendenze.

Attraverso questa convinzione, il rurale può divenire un sistema di connessione e prossimità in grado di costruire comunità politiche dedite alla cura e all’intimità emotiva.
Le domande lasciate aperte come strumento di lavoro alla base degli interventi artistici del Festival proseguono una ricerca iniziata nelle edizioni passate: in che maniera la ruralità e le aree marginali potranno dare vita ad ambienti sociali che sapranno rispondere agli impatti della trasformazione economica, tecnologica, del cambiamento climatico e delle migrazioni? Come sviluppare una ruralità critica che sappia ripensare quelle realtà considerate egemoniche e avvertite come le sole in grado di mutare il discorso culturale?

Dal testo dei curatori del festival: “La fuga vacanziera dalla città globale non rappresenta una soluzione alle nostre necessità, piuttosto viviamo il desiderio di comprendere un mondo multiforme che sorpassi la rimozione della natura dal discorso politico e dalla nostra vita quotidiana.
Ricerchiamo per questi motivi un colle che sia capace di aprire scenari di immaginazione e resistenza. Desideriamo le interconnessioni sotterranee che crescono senza essere osservate, la bioluminescenza ostinata delle lucciole e la distanza onnipresente delle stelle. Ascoltiamo insieme questo luogo che pullula di voci, nel tentativo di ricreare l’esistente e dare vita al Colle Desiderio”.
Artisti partecipanti: Above the tree, Costanza Battaglini & Flavio Pacino, Jacopo Belloni, Marina Cavadini, Beatrice Celli, Bekhbaatar Enkhtur, Futurefarmers, Riccardo Giacconi & Carolina Valencia Caicedo, Allison Grimaldi Donahue, Diego Gualandris, Eleonora Luccarini, Eleonora Moro, Myvillages, Ella Navot, Francesco Nordio, Luca Poncetta, Maria & Carminda Soares, Filippo Tappi, Undicesimacasa, Mattia Valentini, Agnès Varda.

Condividi:
Copyright © 2021 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.