Delvecchio: “Seri vuole che Fano sia la città dei rifiuti”

“Nel Consiglio Comunale di ieri (14 parzo) – siega Davide Delvecchio consigliere gruppo Insieme per Fano – Udc – il Sindaco Seri, insieme alla sua maggioranza targata PD, hanno decretato di volere che FANO diventi l’unica DISCARICA Provinciale e che FANO sia la sede del Digestore anaerobico per i Rifiuti organici.

La mozione presentata infatti prevedeva che Il Consiglio Comunale di Fano comunicasse all’ATO1 ente sovracomunale che decide sulla gestione dei rifiuti provinciali che Fano non era disponibile ad essere l’unica DISCARICA provinciale e che Fano non era disponibile ad ospitare il digestore anaerobico per produrre BIOGAS a Bellocchi.

Perché il 29/03/2017 Il Sindaco Seri con voto favorevole all’ATO1 si era espresso per il SI alla unica discarica a FANO e il SI al Digestore/Discarica a Fano, questo dicono inequivocabilmente gli atti votati e certificati.

Sul Digestore / Discarica bisogna fare chiarezza, è inutile che il Sindaco Seri dichiari non si farà, intanto ha votato contro alla mia mozione che dava questa indicazione, ma è chiaro dove verrà realizzato il Digestore / Discarica nel sito giudicato migliore dallo studio che il Sindaco con Aset ha voluto commissionare, ovvero Bellocchi di Fano nella Zona Industriale come più volte ripetuto anche durante il dibattito in Consiglio Comunale.

Aset ha commissionato un apposito studio costato € 39.990,00 chiedendo di valutare i terreni di Falcineto, Bellocchi e Monteschiantello, questo è quello che emerge dai documenti. Lo studio della ditta NOMISMA è chiaro il sito più idoneo per realizzare il DIGESTORE/DISCARICA è Bellocchi.

Lo stesso Sindaco nella discussione ha dichiarato che il protocollo d’Intesa tra ASET / Marche Multiservizi / Herambiente è un  Vanto per la sua amministrazione.

Il protocollo cosa prevede come emerge dai documenti?, che i tre soggetti insieme realizzino il Digestore /Discarica a Bellocchi, il TMB trituratore rifiuti a Tavullia e che Monteschiantello diventi l’unica Discarica Provinciale con la chiusura delle discariche di Urbino e Tavullia.

Chi ha autorizzato questo piano strategico perverso, non il Consiglio Comunale di Fano unico ente titolato nelle decisioni strategiche e di investimenti della società interamente pubblica ASET Spa.

Informeremo nelle prossime settimane i cittadini delle Frazioni coinvolte in questa assurda vicenda che si voleva tenere nascosta, visto che lo studio NOMISMA arrivato il 20/11/2018 sono riuscito ad ottenerlo solo a fine Febbraio 2019″.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.