Fratelli d’Italia: “A Fano in atto una campagna di violenza contro il partito e Giorgia Meloni”
“Anche a Fano, come in molte altre città d’Italia, è in atto una campagna di violenza nei confronti della propaganda di Fratelli d’Italia e della nostra Presidente Giorgia Meloni.
La democrazia, la libertà di opinione così come quella di espressione politica sono principi tanto osannati ma molto spesso non affatto praticati. Coloro che inneggiano con tanto clamore a detti dogmi sono anche quelli per cui è valido unicamente il loro pensiero. E’ evidente che ciò non rappresenta in alcun modo la democrazia! Tutt’altro!
Si faccia la campagna elettorale sui contenuti e non denigrando, imbrattando e distruggendo i manifesti del nostro Presidente di partito Giorgia Meloni.
Gli avversari politici tanto democratici sanno fare solo questo: demonizzare! – queste le parole della Coordinatrice comunale di Fratelli d’Italia Fano, Loretta Manocchi – rincara la dose il dirigente nazionale di Fratelli d’Italia Angelo Bertoglio – È iniziata la solita campagna denigratoria da parte della sinistra poco democratica, quella stessa sinistra figlia della violenza rossa degli anni 70 che praticava l’antifascismo militante, urlando e non solo che “uccidere un fascista non era reato”. Pacifisti di convenienza, ma veri e propri sostenitori dei giovani estremisti dei centri sociali, i veri colpevoli di queste vergognose azioni. Codardi che si nascondo nel buio, perché incapaci di un libero e democratico confronto sulle idee, le proposte e i contenuti. Noi andiamo avanti, per dare risposte agli Italiani e vediamo se i democratici della sinistra istituzionale, condanneranno questo clima di violenza, oppure gireranno la testa come facevano negli anni 70.”
Lo scrive in una nota Fratelli d’Italia Fano.
Condividi:
Copyright © 2022 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.