Serie A, dalla Champions League alla salvezza: cosa si decide all’ultima giornata

Disdite tutti gli impegni e mettetevi comodi, perché sarà un weekend di Serie A davvero spettacolare quello che ci aspetta. Tra sabato e domenica andranno in scena le partite dell’ultima giornata del campionato italiano 2017/2018. Un campionato spettacolare, vivo fino alla fine, e che non ha ancora emesso tutti i suoi verdetti per i quali, dunque, sarà decisivo proprio l’ultimo turno.

 

Per la Juventus, impegnata in casa contro il Verona, sarà passerella finale all’Allianz Stadium. Il pareggio di domenica scorsa sul campo della Roma ha chiuso definitivamente i conti per lo scudetto che torna per la 34a volta sulla sponda bianconera di Torino. Settimo titolo consecutivo per la Vecchia Signora, quarto con Massimiliano Allegri in panchina che ha sempre fatto il bis anche in Coppa Italia e aggiunto in bacheca pure una Supercoppa Italiana durante il suo regno. Un dominio che il Napoli di Maurizio Sarri non è riuscito a spezzare, dovendosi accontentare del secondo posto che vale l’accesso diretto alla fase a gironi della Champions League alla quale si è qualificata anche la Roma terza. Da definire, invece, chi sarà la quarta rappresentante italiana nell’élite del calcio europeo. Tutto si deciderà nello spareggio dell’Olimpico, con un Lazio-Inter davvero per cuori forti. Ai biancocelesti di Simone Inzaghi, in vantaggio di tre punti in classifica sulla diretta concorrente, basta un pareggio per staccare il pass per la Champions, mentre i nerazzurri di Luciano Spalletti sono obbligati a vincere per centrare l’obiettivo stagionale del quarto posto. Se avete le idee chiare su come andrà a finire, approfittate dei migliori bonus scommesse per piazzare la vostra puntata.

Chi tra Lazio ed Inter fallirà l’assalto alla Champions, di conseguenza si qualificherà alla prossima Europa League alla quale parteciperà di sicuro anche il Milan. Ancora da ufficializzare, però, a quale punto della competizione accederà. I rossoneri, infatti, sono al momento sesti e nell’ultimo turno dovranno battere la Fiorentina per non rischiare il sorpasso da parte dell’Atalanta, che per andare in Europa dovrà almeno pareggiare a Cagliari o perdere mantenendo un vantaggio nella differenza reti rispetto proprio alla Fiorentina che al momento è +7 in favore dei bergamaschi. Chi arriva settimo dovrà passare per i tre turni preliminari della seconda manifestazione europea, iniziando la nuova stagione addirittura a luglio.

 

Spettacolare, infine, la corsa salvezza. Con Benevento e Verona già retrocesse, resta un solo posto da assegnare nella zona rossa ed in lotta ci sono Chievo (37 punti), Udinese (37), Cagliari (36), Spal (35) e Crotone (35). AI clivensi di D’Anna, che affronteranno il fanalino di coda Benevento in casa, basterà conquistare almeno un punto visti gli scontri diretti favorevoli nella classifica avulsa. I friulani sfidano il Bologna già salvo e hanno l’obbligo di vincere per non rischiare di dipendere dagli altri risultati. Paradossalmente più tranquillo il Cagliari, che può addirittura salvarsi perdendo contro l’Atalanta a patto che almeno una tra Spal e Crotone non vinca. Spal alla quale, in virtù degli scontri diretti a favore, contro la Sampdoria dovrà vincere o fare lo stesso risultato proprio del Crotone di Walter Zenga, impegnato invece al ‘San Paolo’ contro il Napoli e consapevole che oltre della propria vittoria avrà bisogno di risultati favorevoli sugli altri campi.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2018 - Oltrefano.it Redazione

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.