Fano, più suolo pubblico gratuito per tutti i commercianti: ok del consiglio comunale

Continua il percorso avviato dall’amministrazione comunale di Fano per agevolare gli esercizi commerciali durante la ripartenza.
Dopo l’approvazione delle linee di indirizzo avvenuta nello scorso consiglio comunale, ieri l’assise ha deliberato delle modifiche riguardanti il regolamento degli arredi urbani, del suolo pubblico (fino al 31/12) consentendo a tutti i bar e ristoranti di “uscire” all’esterno del proprio locale senza un aggravio dal punto di vista della tassa di occupazione di suolo pubblico.

“Questo provvedimento – spiegano gli assessori Cucchiarini e Lucarelli – metterà nelle condizioni gli uffici tecnici comunali di valutare scrupolosamente caso per caso per arrivare velocemente a trovare le condizioni per permettere un ampliamento di occupazione in modo gratuito. In questo modo si concede l’opportunità a baristi e ristoratori di recuperare quei tavolini che, per via del distanziamento sociale, altrimenti andrebbero persi”.

E’ bene ricordare che il Governo nel Decreto Rilancio deroga il pagamento della Tosap fino a fine ottobre ma non specifica con che fiscalità, in pratica impone ai Comuni di non incassare la tassa e di coprire l’ammanco di bilancio con altre risorse che poi saranno restituite solo in parte alle amministrazioni.

“Il messaggio chiaro e rassicurante che vogliamo mandare ai commercianti – concludono gli assessori – è che possono allargarsi gratuitamente con modalità che andranno concordate insieme all’amministrazione che in tal senso ha già avviato i lavori per la definizione delle pratiche per concedere le autorizzazioni. Chi ne avesse necessità può prendere contatti con gli uffici preposti”.

La possibilità di usufruire di suolo pubblico è da intendersi estesa anche a tutte le altre attività economiche.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2020 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.