Fibra ottica, a Mondavio i lavori iniziano a giugno

Ancora un paio di settimane, entro la metà di giugno partiranno i lavori per la realizzazione della rete in fibra ottica nel territorio di Mondavio. Il progetta interessa ben 26 chilometri, per un investimento di 472.338 euro: fondi europei ripartiti ai vari comuni dalla Regione. A realizzare l’importante intervento Open Fiber, vincitrice dell’appalto. «I lavori sarebbero dovuti partire a marzo, poi – spiega il sindaco Mirco Zenobi – sono stati rinviati a causa delle misure di contenimento per il Covid-19. Entro la metà di giugno la ditta vincitrice dell’appalto inizierà finalmente l’intervento. Un progetto che aspettavamo si concretizzasse da diversi anni anni e che permetterà di raggiungere un importante obiettivo, ossia la copertura totale della fibra ottica». Saranno raggiunte 1359 unità immobiliari via cavo, mentre 565 via wireless. «I centri abitati e le zone industriali di San Michele al Fiume, San Filippo sul Cesano e Pianaccio, e Mondavio, saranno collegate via cavo, quelle più periferiche del territorio con la rete wireless che garantisce comunque una ottima connessione. In questa fase del progetto le sedi della Pubblica Amministrazione verranno collegate direttamente con il cavo posato all’interno. A differenza delle unità immobiliari private per le quali viene eseguita una predisposizione esterna che sarà collegata all’interno delle abitazioni solo dietro esclusiva richiesta dell’utente all’operatore». Gli enti e gli spazi pubblici interessati saranno le scuole, il Comune, biblioteca, poliambulatorio, la residenza sanitaria sanitaria assistenziale, la caserma dei carabinieri, il centro diurno L’Aqilone. La velocità di connessione per le utenze raggiunte dalla fibra via cavo sarà di 100Mbit, così come per quelle raggiunte via wireless. «Per quanto concerne i lavori, saranno dislocati dei cassonetti della fibra ottica in vari punti del territorio, ad esempio nella strada provinciale Mondaviese, in viale della Vittoria, in via Mondaviese, via Cesanense, Luigi Grilli. Inoltre verranno sfruttati i viadotti esistenti dove sarà possibile. L’intervento avrà una durata complessiva di 200 250 giorni». Un progetto fondamentale per il presente e il futuro del territorio: «Rappresenta un’opportunità di sviluppo per il territorio molto importante, e indubbi saranno i benefici per tutto il settore economico, dalle aziende alle strutture ricettive. La fibra aumenterà l’attrattività delle nostre zone, penso ad esempio ai diversi stranieri che vogliono acquistare casolari o ville in campagna e che poi desistono per gli svariati problemi di connessione, ormai da tempo fondamentale per qualsiasi attività. Tra qualche mese non ci saranno più e il territorio acquisterà un valore aggiunto».

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2020 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.