Assegnati alla Provincia 7 milioni e 685mila euro per l’adeguamento sismico del “Donati” di Fossombrone e “Della Rovere” di Urbania

Assegnati alla Provincia 7 milioni e 685mila euro per l’adeguamento sismico del “Donati” di Fossombrone e “Della Rovere” di Urbania

PESARO – Tra la soddisfazione per il finanziamento da parte del Miur (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca) del progetto per la realizzazione di un nuovo edificio per il “Raffaello” di Urbino e la ricerca di soluzioni alternative per il “Nolfi ex Carducci” di Fano dopo il mancato finanziamento ministeriale (il progetto è arrivato 23° in graduatoria, finanziati solo i primi 14), arrivano altre novità per gli istituti scolastici superiori del territorio provinciale. Si tratta di un finanziamento nazionale ottenuto dalla Provincia di Pesaro e Urbino attraverso la Regione Marche (Ufficio speciale ricostruzione Marche) per l’adeguamento sismico dell’Istituto tecnico commerciale “Donati” di Fossombrone (3 milioni e 685mila euro) e dell’istituto tecnico “Della Rovere” di Urbania (4 milioni di euro). L’assegnazione delle risorse, legate alla legge 61/98 per la ricostruzione post sisma, è avvenuta in seguito ad economie regionali che hanno portato allo scorrimento della graduatoria in cui figuravano le due scuole.

Con questi ulteriori finanziamenti – evidenzia il presidente della Provincia Giuseppe Paolini – prosegue il percorso dell’Amministrazione provinciale verso l’innalzamento della sicurezza dei propri edifici scolastici. Per quanto riguarda i progetti che avevamo presentato al Miur per il ‘Raffaello’ di Urbino ed il ‘Nolfi ex Carducci’ di Fano, avevamo aggiunto un cofinanziamento di 2 milioni di euro per ciascuno dei due, con l’intento di farli salire nella graduatoria. Potevamo ottenere i finanziamenti per entrambi, per nessuno dei due o per uno solo. Siamo stati felici per l’assegnazione dei fondi per il ‘Raffaello’, il mancato finanziamento per il ‘Nolfi ex Carducci’ di Fano ci ha spinto subito ad attivarci per trovare altri canali di finanziamento e non escludiamo la possibilità di accendere un mutuo, affinché si riesca ad inaugurare il nuovo edificio di Fano insieme a quello di Urbino. Voglio aggiungere che l’amarezza è lo stato d’animo di quelli che vedono sempre il bicchiere mezzo vuoto, noi non ci stancheremo di cercare soluzioni”.

Riguardo alle risorse nazionali assegnate per il “Donati” di Fossombrone e per il “Della Rovere” di Urbania, il dirigente del Servizio edilizia scolastica della Provincia Maurizio Bartoli afferma: “Stiamo attivando tutte le procedure per avviare quanto prima i lavori. In particolare, per il ‘Della Rovere’ di Urbania il finanziamento consentirà di adeguare sismicamente la sede in via Garibaldi, prima in locazione e poi acquistata dalla passata amministrazione provinciale, così come di ottemperare alla normativa sulla prevenzione incendi. Attualmente, con nostre risorse, stiamo portando avanti sulla scuola un intervento di sistemazione del tetto nella parte confinante con la chiesa Santa Chiara, mentre sulla porzione denominata ‘Palazzo Rasi’ stiamo completando alcuni interventi per poter utilizzare anche il piano terra dell’edificio, già strutturalmente adeguato in passato”.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.