A Pesaro inaugurata Tac di ultima generazione

Una nuova TAC, top di gamma e di ultima generazione nel segmento delle tecnologie sanitarie per la diagnostica per immagini. Questa mattina presso il presidio San Salvatore di Pesaro dell’azienda ospedaliera Marche Nord è stato inaugurato il nuovo macchinario. Un investimento di oltre un milione di euro da parte della Regione Marche che consente di poter eseguire scansioni rapide ad altissima definizione, utilizzando una minima dose di radiazione. In particolare questa TAC è adatta anche ai grandi obesi che fino ad oggi dovevano rivolgersi altrove per realizzare questo tipo di esami. “Si tratta di un bel percorso – spiega il presidente della regione Marche Luca Ceriscioli che ha tagliato il nastro – sugli investimenti in sanità che hanno un valore straordinario in termini di nuove tecnologie e più qualità nei servizi. E’ una risposta che il cittadino attende e poterlo fare con il massimo della tecnologia disponibile ci garantisce un esame accurato e veloce e nel caso della tac a bassa radiazione. Un rinnovamento in corso in tutta la regione e che per Marche Nord ha significato un’impennata del 200% rispetto agli investimenti nel triennio 2013/2015. Questo è il risultato di una grande operazione fatta tra il governo nazionale precedente e la Regione che ha sbloccato 200 milioni di euro destinati agli investimenti. Nel caso specifico di Marche Nord infatti, dal 2015 a oggi, la Regione ha messo a disposizione oltre 25 milioni di euro di investimenti per le nuove tecnologie, per le risorse strutturali e il rinnovo apparecchiature informatiche. L’azienda è stata brava a spendere questi soldi per tradurli in un rinnovamento di tecnologie biomediche senza precedenti per il territorio e il macchinario che inauguriamo oggi è l’ennesima dimostrazione. Risorse che vanno a beneficio dei pazienti, della personalizzazione ed umanizzazione delle cure. Grazie alle risorse di questi ultimi tre anni l’azienda e i suoi professionisti hanno a disposizione tecnologie (penso al robot Da Vinci, alle colonne laparoscopiche) per realizzare interventi sempre più complessi, ampliando l’offerta delle cure a disposizione dei cittadini proprio vicino casa. E’ questa la mission di un’azienda ospedaliera come è Marche Nord”. “L’amministrazione si fa con i fatti e non con le parole – aggiunge il sindaco di Pesaro Matteo Ricci – . La tac è uno dei fatti concreti che siamo riusciti ad ottenere grazie ad una inversione di tendenza molto importante. In tutti gli ambiti della società, e in particolare nella sanità, la sfida tecnologica è fondamentale per fare passi avanti nella modernizzazione e del miglioramento dei servizi e questa tac innovativa, anche per persone con problemi di obesità, è un servizio ulteriore che diamo a tutti i cittadini che avranno bisogno di una diagnosi approfondita. Stanno inoltre andando avanti, sempre nella massima collaborazione tra Comune e Regione, i lavori per la nuova struttura di Muraglia. E’ questo il modo giusto di lavorare”. “E’ un macchinario di ultima generazione: attualmente sono installate in Italia meno di 10 apparecchiature di questo modello e ancor meno con la configurazione bariatrica scelta da Marche Nord – spiega Maria Capalbo, direttore generale di Marche Nord – è dotata di un lettino porta-paziente di elevata portata (307 kg) e relativi accessori che consentono di aprire la strada alla chirurgia bariatrica (per i grandi obesi) nelle nostre strutture. Anche i pazienti claustrofobici non avranno problemi, visto l’ampia apertura del gantry (78 cm). Inoltre, la bassa dose erogata e i ridotti tempi di esecuzione degli esami sono particolarmente favorevoli per i pazienti pediatrici e cardiologici. Per questo abbiamo voluto fortemente anche tutta la parte relativa al percorso di umanizzazione dei locali adibiti per queste prestazioni”. L’investimento complessivo per l’azienda è stato di oltre un milione e due cento mila euro. Sono stati necessari infatti interventi strutturali. Il posizionamento della Tac infatti ha una location strategica. Per soddisfare i tempi richiesti nelle situazioni di emergenza/urgenza è stata installata in prossimità del Pronto Soccorso. Inoltre, il sistema è facilmente raggiungibile dai vari reparti con degenze grazie agli ascensori posti in prossimità della sala esame. “Una Tc a 128 strati molto performante – il nuovo direttore di struttura complessa di Diagnostica per Immagini, Alberto Rebonato – ha una dotazione completa di hardware e software avanzati per l’esecuzione e il post processing di esami TC in tutti i distretti corporei (i.e. esami cardiaci, colonscopie virtuali, perfusione cerebrale e body), a cui si aggiunge un pacchetto avanzato per esecuzione di procedure radiologiche interventistiche TC guidate come biopsie, termoablazioni tumorali, drenaggi percutanei, infiltrazioni . Questa Tc ha una rapidità di scansione eccellente (per esempio una studio del torace in appena 1,5 secondi o uno studio vascolare torace addome pelvi in solo 2,5 secondi), che consente di poter eseguire studi dinamici nei pazienti politraumatizzati nel minore tempo possibile. La netta riduzione della dose al paziente consente inoltre di intraprendere anche programmi di screening come la Tc torace a bassa dose (adatti per lo screening del tumore del polmone ) con valori dosimetrici per il paziente pari a uno/due RX del torace”. Le caratteristiche tecniche che la contraddistinguono: • Ottima qualità delle immagini grazie ai detettori ad altissime prestazioni (elevatissima risoluzione spaziale e di contrasto), alla possibilità di ricostruzione fino a 384 strati sottili per singola scansione di 360° e alla esclusiva modalità di acquisizione simultanea a doppia energia [alta e bassa energia, grazie alla presenza di filtri in oro (Au) e Stagno (Sn)]; • Ottimizzazione e contenimento della dose al paziente, grazie a sistemi avanzati di acquisizione e ricostruzione (hardware e software); • Pazienti difficili: il gantry è tra i più ampi presenti sul mercato con un foro di ingresso paziente di ben 78 cm, che favorisce sia il comfort dei pazienti claustrofobici sia la possibilità di effettuare esami su pazienti obesi; inoltre gli esami possono essere eseguiti in tempi rapidissimi grazie alla elevata velocità di rotazione: il sistema è in grado infatti di compiere una rotazione completa in 0,28 sec; • Pazienti bariatrici: oltre alle ampie dimensioni del gantry va evidenziata la dotazione di un lettino porta-paziente di elevata portata (307 kg) e relativi accessori; • Dotazione completa di Hardware e Software avanzati per l’esecuzione, l’elaborazione e la refertazione di esami per tutti i distretti corporei (i.e. esami cardiaci, colonscopie virtuali, perfusione cerebrale e body), a cui si aggiunge un pacchetto avanzato per esecuzione di biopsie TC guidate; • Dotazione completa di accessori quali iniettore di mezzo di contrasto a tripla via, carrello per emergenze con defibrillatore, elettrocardiografo integrato, carrello per anestesia con respiratore e insufflatore CO2 per colonscopie virtuali. • Software di ricostruzione delle immagini per ridurre gli artefatti da indurimento del fascio definiti da protesi metalliche o mezzi di osteosintesi metallici ortopedici. • possibilità di eseguire studi di Cardio Tc anche in pazienti con aritmie e con frequenza cardiaca elevata.

 

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.