Banda della “marmotta” in azione, ma a San Michele al Fiume il colpo fallisce

Stavolta il colpo non è riuscito. La notte tra giovedì e venerdì dei malviventi hanno tentato di far saltare lo sportello postamat dell’ufficio postale di San Michele al Fiume che si trova in via Vittoria Emanuele, proprio a due passi dal centro. La banda ha utilizzato la solita tecnica della ‘marmotta’. Viene preparato un innesco con un accenditore elettronico, due fili elettrici collegati ad una batteria, la resistenza va in corto e provoca la scintilla. La marmotta piena di polvere pirica o altro materiale viene inserita nelle fessure del bancomat quindi fatta deflagrare. Una miscela micidiale che esplode in un tempo stabilito. La carica è ben dosata per far saltare completamente lo sportello. Qualcosa però è andato storto, probabilmente la carica non era eccessiva e i ladri sono stati costretti a fuggire a mani vuote. Nessuna esplosione, tanto che chi abita nei pressi dell’ufficio postale non ha sentito alcun boato e si è accorto di quanto successo la mattina quando hanno visto i carabinieri della stazione di Mondavio. Nella giornata di ieri l’ufficio postale è rimasto chiuso. I danni risultano contenuti. Due mesi fa, a marzo, il colpo era riuscito a Mondavio, dove i malviventi avevano fatto saltare lo sportello bancomat dell’agenzia della Ubi banca.

Condividi:
Copyright © 2018 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.