Studente sgozzato, pm contesta premeditazione

Il pm di Urbino Irene Lilliu ha contestato la premeditazione ai due indagati per l’omicidio di Ismaele Lulli, il 17enne sgozzato a Sant’Angelo in Vado, per cui sono finiti in carcere i due albanesi Igli Meta, considerato l’autore materiale e reo confesso, e il presunto complice Marjo Mema. Lo ha deciso dopo aver ascoltato a lungo Ambera, la ragazza macedone fidanzata di Meta. Lilliu ha chiesto di poterla ascoltare in incidente probatorio, insieme agli indagati, per confrontare le loro versioni, come riferisce l’Ansa.

Condividi:
Copyright © 2015 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.