Nasce ALMA, associazione di animatori e disegnatori marchigiani

Un gruppo di artisti e promotori della cultura delle Marche, hanno dato vita ad Alma, associazione di animatori e disegnatori marchigiani. Pensata e voluta da Magda Guidi, Elisa Mossa, Stefano Franceschetti, Simone Massi e Sandro Pascucci, l’associazione si propone di fare rete con la comunità di animatori e disegnatori della regione, riunendo artisti attivi noti e giovani autori con esperienze professionali già prestigiose. Un laboratorio aperto a tutti quelli che vedono nell’arte dell’animazione una possibilità di espressione poetica, comunicazione sociale e crescita culturale. Massi, il più grande regista italiano di cinema d’animazione, spiega come e perché nasce il progetto: «C’è una solitudine che ha sempre caratterizzato gli animatori usciti dalla Scuola del Libro di Urbino, un isolamento più o meno obbligato che ora, drammaticamente, ci accomuna tutti. Alma si propone in qualche modo di spezzarlo, facendo rete fra i disegnatori e dando a tutti un piccolo segnale di resistenza, speranza. L’associazione nasce per volontà di cinque persone che abitano in città diverse ma che sono unite dalla passione per il cinema d’animazione d’autore e per la cultura; nasce in questo momento probabilmente perché è adesso che ce n’è più bisogno. Il nome è un’idea di Pascucci, sta per Associazione Libera Marchigiana Animatori, ma ci piaceva l’idea di un riferimento alla madre nutrice, oltre che all’anima naturalmente». Alma desidera intensificare la presenza dei suoi disegnatori oltre i propri confini e attirare nel proprio territorio le energie internazionali più avanzate nei settori del cinema d’animazione, del fumetto e dell’illustrazione. Previsti workshop, laboratori, masterclass basati sulla formazione e educazione al disegno in movimento; eventi con proiezioni di opere premiate nei più importanti festival e incontri con autori; mostre di disegni d’animazione; pubblicazioni, inclusa una rivista online scaricabile gratuitamente dal sito almanimatori.com. Al momento non c’è in cantiere un festival: «Non è il fine dell’associazione. Alla base la volontà di far luce su una forma d’arte che è allo stesso tempo sommersa e preziosa, unanimemente riconosciuta come originalissima al punto che la critica parla di Scuola Marchigiana e il gotha dell’animazione mondiale ha aderito con entusiasmo ad Alma. Segnali incoraggianti e in un periodo oscuro come questo valgono doppio. L’obiettivo deve essere quello di promuovere il cinema d’animazione e con esso il territorio, facendo conoscere tanto gli autori noti a livello internazionale quanto i disegnatori più giovani, talenti che vanno incoraggiati e sostenuti perché saranno i maestri di domani». Gli autori di Alma si sono formati alla Scuola del Libro di Urbino dove è attivo, da oltre cinquant’anni, un biennio post diploma di Perfezionamento di Disegno Animato e Fumetto che ha formato e forma molti tra i più importanti autori italiani. Hanno annunciato la loro disponibilità ad assumere la carica di Presidenti Onorari: Goffredo Fofi, tra i maggiori intellettuali viventi; Roberto Catani e Massi, animatori marchigiani che hanno visto la loro arte premiata in tutto il mondo. Personalità del mondo dell’animazione e della cultura hanno deciso di sostenere l’associazione, tra questi: Alberto Barbera, Giannalberto Bendazzi, Bruno Bozzetto, Jacques Drouin, Michal Dudok De Wit, Piotr Dumala, Jean Michel Frodon, Jerzy Kucia, Jean-François Laguionie, Caroline Leaf, Peter Lord, Florence Miailhe, Phil Mulloy, Michel Ocelot, Priit Parn, Regina Pessoa, Aleksandr Petrov, Luca Raffaelli, Stefano Savona, Georges Schwizgebel, Raoul Servais, Theodore Ushev, Koji Yamamura.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2020 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.