Ex convitto Vittoria Colonna, approvata mozione per la trasformazione in centro cure pediatriche palliative

 

Grande risultato politico raggiunto ieri in Consiglio Comunale dove, la mozione presentata dai consiglieri Davide Delvecchio, Marianna Magrini, Gianluca Ilari, Luca Serfilippi e Stefano Mirisola, è stata sottoscritta da tutto il consiglio comunale e votata all’unanimità. Nella mozione viene perciò accolta la proposta di impegno da parte dell’Amministrazione di coordinare e fare proprio il progetto di realizzazione, all’ex convitto Vittoria Colonna, di una struttura sanitaria adatta a Centro per cure pediatriche palliative e Centro Polivalente Sanitario.

 

In tale progetto è possibile, prima di tutto, inserire una rete regionale di cure palliative pediatriche e di terapia del dolore, per la cura e la qualità della vita di tutti i bambini con patologie inguaribili, nell’ambito del “PROGETTO BAMBINO” nella Regione Marche.

 

Inoltre, con l’approvazione in Consiglio Comunale, si impegna il Sindaco a convocare quanto prima tutti i soggetti istituzionali e le associazioni per dare l’avvio al progetto di cure pediatriche palliative a Fano.

 

Nella nostra Regione, infatti, manca un centro per le cure palliative pediatriche (CPP) e per la terapia del dolore per migliorare la qualità della vita di tutti i bambini con patologia inguaribile.

 

Il Ministero della Salute e la Fondazione Maruzza Lefebvre D’Ovidio Onlus hanno collaborato alla progettazione della rete di cure palliative pediatriche in Italia attraverso il documento “Cure palliative rivolte al neonato, bambino ed adolescente”, proposto come base di accordo in seno alla conferenza Stato-Regioni, che la Regione Marche ha sottoscritto nel 2008.

L’intento è di riconoscere al bambino la dignità di persona e, per quanto possibile, di assisterlo in casa, tra genitori, compagni e le cose più care, dandogli così la sensazione di avere una vita quasi “normale”.

Il 15 marzo 2010 è stata approvata la Legge 38 “Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore” che prevede la realizzazione di una rete di cure palliative e un centro d’eccellenza dedicati alla fascia d’età 0/17 anni, in ogni Regione.

Sulla base dei dati nazionali, si può quindi stimare che nella Regione Marche, dove vi sono circa 250.000 bambini < 18 anni, la numerosità di pazienti che necessitano di cure palliative pediatriche sia di circa 250 bambini e bambine.

Ancora oggi questi bambini che hanno bisogno di assistenza costante o cure di fine vita, trascorrono quasi tutto il loro tempo tra ricoveri in ospedale, spesso in terapia intensiva, e una cattiva qualità di vita nel tempo che trascorrono a casa, poiché sono quasi del tutto assenti competenze, strutture ed organizzazioni che permettono interventi a livello domiciliare e residenziale.

 

Ormai noto è l’interessamento di numerosi cittadini fanesi, dell’ordine dei medici, di varie associazioni di volontariato e di categoria, che hanno proposto la possibilità di trasformare l’ex-convitto “‘VITTORIA COLONNA” di Fano (PU) in centro per le cure pediatriche palliative.

 

Considerato che  la ex-casa di soggiorno ENAM “‘VITTORIA COLONNA”, oggi di proprietà INPS è chiusa da quasi 5 anni e che non è intenzione di INPS ristrutturare o riconvertire l’immobile di circa 13.000 mq., riteniamo che una struttura di queste dimensioni sarebbe un ottimo connubio con il reparto pediatrico e materno infantile dell’Ospedale “Santa Croce” di Fano“, concludono Davide Delvecchio  (UDC), Stefano Mirisola (Forza Italia), Marianna Magrini (Progetto Fano), Gianluca Ilari (Progetto Fano), Luca Serfilippi (La Tua Fano) e  Lucia Tarsi (Fano Città Ideale).

 

Fano, 15/11/2017

Condividi:
Copyright © 2017 - Aurora Sammartano

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.