Fano, le opposizioni a Seri: “Politiche sulla sicurezza fallimentari”

“Non sono state sufficienti le denunce che abbiamo portato all’attenzione della stampa e del Consiglio Comunale, il tentato stupro di una ragazzina 14enne da parte di un clandestino che presidiava la stazione del treno è la dimostrazione – sottolineano i consiglieri Stefano Mirisola (Forza Italia), Marianna Magrini (Progetto Fano), Gianluca Ilari (Progetto Fano), Luca Serfilippi (La Tua Fano), Davide Delvecchio  (UDC) e Lodovico Doglioni e Stefano Pollegioni, esponenti di Lega Nord e Fratelli d’Italia – che le politiche sulla sicurezza della giunta Seri sono fallimentari.

Fano è ancora una città accogliente, la città dei bambini e delle bambine?.

La nostra città oggi è vulnerabile alla nuova criminalità e alle nuove forme di immigrazione clandestina.

Per questi motivi avevamo chiesto di reprimere con forza i parcheggiatori abusivi organizzati e i tanti clandestini che sostano per l’obolo davanti ai negozi, in maniera evidentemente troppo organizzata. Così come avevamo denunciato le minacce di clandestini ai cittadini fanesi ai parcheggi del foro boario che sono all’ordine del giorno.

Avevamo chiesto maggiori controlli alla stazione ferroviaria che soprattutto di notte si trasforma in zona estremamente pericolosa, con spaccio, furti e delinquenza organizzata.

Invece le forze per il controllo della stazione da parte della nostra polizia locale sono state ridotte.

Il Sindaco rispondendo alle nostre interrogazioni ha sempre minimizzato sulla sicurezza della nostra città, non accorgendosi che sia a Pesaro che nella vicina Romagna contro queste bande criminali sono scesi in campo i Sindaci a fianco delle forze dell’ordine.

Ci sono stati i primi Daspo urbani, sono stati allontanati le organizzazioni che sostano davanti ai negozi e che pretendevano l’obolo ai parcheggi e tutti questi sbandati, si sono riversati a Fano visto che il Sindaco e la sua giunta si sono dimostrati accoglienti.

Un Sindaco talmente accogliente da permettere un’occupazioni abusiva che poi ha sanato con un condono; tanto accogliente da voler portare clandestini a Ponte Sasso e che solo dopo la virulenta protesta dei residenti ha dovuto ritirare.

Per questi motivi porteremo nuovamente in consiglio comunale la questione sicurezza a Fano, presentando una mozione urgente volta a chiedere un immediato intervento del Sindaco per il ripristino della sicurezza e della legalità,  alla stazione ferroviaria e al foro boario in primis, ed in tutta la nostra splendida città”.

 

 

Condividi:
Copyright © 2017 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.