“Colonialismi, neocolonialismi e conflitti africani”: se ne parla a Villanova

Quarto e ultimo appuntamento della rassegna “Conversando di” dell’Associazione Culturale LiberaMente in collaborazione con il sistema bibliotecario CoMeta ed il patrocinio del Comune di Colli al Metauro.
Lunedì 1 Dicembre alle ore 21.15 nella biblioteca di Villanova interverrà Francesca Giommi per “Colonialismi, neocolonialismi e conflitti africani”.
Incontro che sarà ricco di notizie e spunti di riflessione, che porrà numerose domande.
Esiste una connessione diretta tra colonialismo, imperialismo e neocolonialismo e gli attuali conflitti africani che vessano il continente? Qual è stato il coinvolgimento delle ex colonie africane nei principali conflitti internazionali del XX secolo?

In una prospettiva storica e letteraria, l’indagine tenterà di rispondere a questi quesiti focalizzandosi su alcuni casi rappresentativi che spaziano dal Camerun alla Nigeria, dall’Angola all’Etiopia, attraverso le voci di alcuni dei maggiori giornalisti, reporter, attivisti, scrittori e intellettuali degli ultimi decenni, da Ryszard Kapuscinski a Patrice Nganang, da Ken Saro-Wiwa a Chris Abani e Chimamanda Ngozi Adichie.
Francesca Giommi è laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi di Bologna con una tesi sulla letteratura nigeriana femminile e ha conseguito un Dottorato di Ricerca in Letterature Postcoloniali presso lo stesso ateneo, specializzandosi in letteratura africana e di migrazione.

Autrice, tra gli altri, di “Narrare la Black Britain. Migrazioni, riscritture e ibridazioni nella letteratura inglese contemporanea” ed “Il tesoro degli Ashanti”, da oltre dieci anni, scrive regolarmente per il quotidiano nazionale Il Manifesto e la rivista accademica Il Tolomeo, oltre ad aver pubblicato saggi, interviste e recensioni.

CONDIVIDI:
Contenuto Non visibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Copyright © 2019 - Marco Spadola

Licenza Creative Commons

Lascia un Commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.